Consorzio Cerbaie, Testai e Ramello: “Lavoratori senza paga”

“Il Primo maggio li trovi in piazza con le bandiere… viva la coerenza”. Lo sottolinea oggi Simone Testai, capogruppo FI Fucecchio, preoccupato per i lavoratori del Consorzio Forestale delle Cerbaie.

“Nel mese di marzo – spiega Testai – a seguito di lamentele dei lavoratori del Consorzio Forestale delle Cerbaie, relative al mancato pagamento delle mensilità, mi sono rivolto all’amministrazione per avere notizie in merito, visto che tale consorzio, ha come vice presidente l’assessore Silvia Tarabugi. Le richieste da me effettuate sono state le seguenti: ‘Se ad oggi sono in corso lavori, progetti o contributi affidati al consorzio in oggetto, se si se con quale tipo di affidamento, se sono state verificate le regolarità contributive e retributive del consorzio e con quale esito. Si chiede comunque all’amministrazione la verifica al mese inerente la regolarità contributiva e retributiva e di saperne esito’. A tale richiesta è stata data risposta parziale in data 18 aprile e dalla stessa ho potuto appurare che i dubbi e le lamentele ricevute erano fondate. Infatti per un progetto l’amministrazione deve ancora liquidare il contributo, per un altro, ha provveduto visto la non regolarità del DURC ad effettuare un intervento sostitutivo con det. n. 12 del 15/01/2019. Per quanto riguarda la regolarità retributiva, non ho avuto risposta, nemmeno dall’assessore, alla quale ho girato nuovamente mail in data 19 aprile, affinché potesse personalmente rispondere delle eventuali mancanze del consorzio in cui è vice presidente. Di fatto ad oggi nessuna risposta in merito alla retibuzione. Dalle notizie in mio possesso, alcuni dipendenti non percepiscono stipendio dal mese di dicembre e vedono a rischio la loro stabilità familiare. Mi chiedo se un Consorzio prettamente politico e di marca Pd, (presidente, vice presidente e consiglio di amministrazione composti da assessori comunali di Castelfranco di Sotto, Fucecchio e Santa croce sull’Arno) debba permettere che vengano calpestati i diritti dei lavoratori in modo così plateale e impunito, senza nessun rispetto della dignità delle persone e del loro lavoro. A queste domande la peggior risposta è il silenzio, che conferma l’inadeguatezza politica del Pd nel gestire la cosa pubblica e quel che peggio a proclamarsi paladini dei diritti dei lavoratori ma dei quali sono i primi a calpestarli”.
“Mi auguro – aggiunge la candidata a sindaco del centrodestra Sabrina Ramello– che quanto prima coloro che hanno prestato la loro opera a favore del Consorzio delle Cerbaie vengano retribuiti senza ulteriori ritardi e che quanto accaduto sia oggetto di specifica richiesta di chiarimenti da parte del Comune di Fucecchio poiché trattandosi di affidamenti pubblici, quindi di lavori pagati dai contribuenti, è necessario verificare perché il Consorzio non ha provveduto a quanto di sua competenza”. 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.