“Un omaggio ai sognatori”, la scuola ha il murale – Foto foto

Ci vuole coraggio, in questo mondo, ad aprire i libri. Sono proprio i libri, però e la cultura in generale a dare il coraggio, quello che viene dalla consapevolezza di non sapere mai abbastanza. E poi i libri sono la porta verso un mondo fantastico, che è sempre diverso, che ti insegna a metterti nei panni degli altri. Il valore della cultura è molto più grande di quelle pareti ridipinte dal collettivo artistico Edf Crew di Pontedera. Ma quelle pareti sono un bel punto dal quale partire. E’ completo il nuovo intervento di rigenerazione urbana a Castelfranco di Sotto, il murale su una parte della facciata della scuola primaria Guerrazzi di via Magenta.

Dopo le opere realizzate sulla facciata esterna della sala polifunzionale dell’Orto di San Matteo, sul muro esterno dell’Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci in piazza Mazzini e sulla facciata della scuola Giovanni Pascoli di Orentano, gli artisti pontederese sono intervenuti ravvivando gli spazi urbani di Castelfranco con un’idea ispirata al mondo della scuola vissuto come luogo di sviluppo e di accrescimento intellettuale, spazio culturale e di socialità dove si creano passioni e forti relazioni di amicizia.
Grazie al restyling della facciata adesso su una delle pareti esterne della scuola è raffigurata una bambina che cavalca il drago di carta di un libro pop up aperto, circondata da un magico mondo di libri. Attraverso il potere della sua fantasia di piccola lettrice, la protagonista si cala nell’universo che prende vita dalle pagine. Come un’eroina coraggiosa che vola spavalda tra tanti libri impilati, quei libri che l’hanno formata, ispirata, da cui ha appreso molto e che faranno parte della sua vita per sempre. Una sognatrice che cresce combatte simbolicamente contro un mondo che può essere oscurante, violento e spaventoso. I volumi creano intorno a lei una sorte di scudo. Da quei libri nascono degli alberi, simbolo della vita, una metafora della cultura che fa nascere e germogliare nuove idee e possibilità. “Un elogio dunque alle giovani donne, ma anche ai sognatori”, come spiegano dal collettivo Edf Crew.
L’intervento di rigenerazione urbana attraverso i graffiti è una forma di arte sociale partecipata, in cui gli spazi pubblici si trasformano in occasioni per nuove narrazioni multifunzionali e di decoro urbano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.