Rifiuti sulla via Francigena, serve il gruppo Speolo – Foto foto

La zona era così impervia che, nonostante i numerosi tentativi, quei rifiuti proprio non si riuscivano a togliere. Su indicazione di Geofor, il Comune di San Miniato ha contattato l’associazione di volontari Gruppo speleologico torrentizio Speolo che si è dimostrata subito disponibile e sabato 1 giugno ha effettuato l’intervento di rimozione dei rifiuti. Sono stati recuperati 540 chili di rifiuti di ogni tipo e poi smaltiti da Geofor.

Da tempo, infatti, i pellegrini che percorrono la via Francigena segnalavano quella situazione all’area di sosta Baccanella, dove il percorso lascia via Castelfiorentino e inizia il tratto sterrato: proprio nella vallata che fa del paesaggio di San Miniato un valore aggiunto era stata abbandonata una notevole quantità di rifiuti. Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è purtroppo diffuso in tutto il territorio comunale, nonostante le azioni di contrasto messe in campo dall’Amministrazione. In questo caso però i rifiuti erano stati abbandonati in una zona veramente impervia e di difficile accesso e la rimozione si prefigurava difficoltosa. Sono stati fatti diversi tentativi, sia direttamente con personale dell’amministrazione che da Geofor, senza però produrre risultati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.