Prese il piromane delle Cerbaie, l’Arma premia Ciccarelli

“Per le spiccate qualità professionali dimostrate come coordinatore di un’accurata indagine, avviata in seguito a numerosi episodi di incendi boschivi verificatisi nel comune di Castelfranco di Sotto, che conduceva all’arresto di una persona insospettabile e stimata, impegnata nel settore del contrasto agli incendi boschivi in una nota associazione di volontari, considerata autore di reati”. Con questa motivazione, nel giorno in cui l’Arma dei carabinieri festeggia i 205 anni dalla fondazione, il tenente colonnello Davide Ciccarelli ha ricevuto un encomio del comandante unità forestali, ambientali e agroalimentari dei Carabinieri.

La premiazione è avvenuta nell’ambito di una cerimonia alle 21 di oggi 5 giugno nella caserma Antonio Baldissera di Firenze, sede del comando legione carabinieri Toscana. Il comandante della scuola marescialli e brigadieri di Firenze generale di divisione Gianfranco Cavallo ha passato in rassegna il Reparto di Formazione, composto dalla Bandiera di Guerra del VI battaglione Carabinieri “Toscana”, dalla Fanfara e da due Compagnie di Allievi in Grande Uniforme Speciale della Scuola Marescialli, da una Compagnia del VI Battaglione “Toscana”, da una Compagnia di Carabinieri Forestali, da una Compagnia formata da Comandanti di Stazione e militari impiegati nei comandi stazione, da una Compagnia di militari del Nucleo Radiomobile, di “Carabinieri di Quartiere”, delle Aliquote di Pronto Intervento e delle Squadre Operative di Supporto, nonché da una Compagnia costituita da militari dei Reparti di specialità.
Dopo la lettura del messaggio augurale del presidente della Repubblica e dell’Ordine del Giorno del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Arma Giovanni Nistri, è stata deposta una corona d’alloro in onore dei Caduti.
Il Generale di Brigata Massimo Masciulli ha svolto poi un breve intervento e ha dato infine luogo alla consegna di numerosi attestati di ricompense recentemente riconosciute al personale distintosi in attività di servizio. La cerimonia è stata preceduta da una breve esibizione della squadra cino agonistica del Centro Carabinieri Cinofili di Firenze.
La “Festa dell’Arma” ha costituito anche un momento per tracciare sintetici consuntivi dell’attività operativa svolta dall’Arma in Toscana che ha: proceduto su 128.860 delitti, pari al 76,1% dei delitti totali. Denunciato in stato di libertà circa 30mila soggetti e tratto in arresto 3.506 persone. Nell’ambito dei circa 230mila servizi esterni svolti, sono stati effettuati 477.914 controlli di polizia.

Leggi anche Si gettò nelle acque di Roffia, premiato il vicebrigadiere Longobardi

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.