’Sfondano’ casa, la trasformano in deposito per la refurtiva

Più informazioni su

Avevano sfondato una finestra per introdursi nel ristorante Pepe e Sale in via Pisana a Pontedera nella notte tra giovedì e venerdì.

Alla fine si erano impossessati di alcune casse di birra, di un elettrodomestico e il denaro contenuto nella cassa, ma la loro latitanza è durata poco e alle fine la polizia di Stato del commissariato di Pontedera li ha individuati e denunciato. Si tratta di due fratelli di origine senegalese già noti alle forze dell’ordine di 29 e 26 anni. Questa volta per loro il reato contestato è furto aggravato in concorso e ricettazione. Singolare semmai è la circostanza in cui la polizia nel giro di poche ore è riuscita a rintracciare i malfattori. Dopo il furto avvenuto intorno alle 6 del mattino infatti la questura aveva ricevuto un’altra richiesta di intervento per due cittadini stranieri che erano stati visti arrampicarsi su una gronda per entrare i un appartamento. I poliziotti arrivati subito sul posto e dopo aver fermato e identificato i due fratelli hanno ricostruito che i due stranieri approfittando che la casa era vuota e in vendita, avevano cominciato ad utilizzarla come deposito per la merce rubata in attesa di rivenderla.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.