Rapina due giovani e si getta in Arno per sfuggire alla polizia

Più informazioni su

Prima aveva rapinato una coppia di fidanzati del cellulare al giardino Scotto di Pisa, provocando anche della lievi ferite al ragazzo che aveva cercato di resistere al furto, sfociato quindi in rapina e poi quando si è visto braccato dalla polizia si è gettato in Arno per sottrarsi all’arresto da parte degli agenti. L’episodio è avvenuto nel primo pomeriggio.

I due fidanzata dopo aver subito la rapina avevano subito allertato il 113 che aveva mandato un equipaggio sul posto. I ragazzi poi avevano fornito agli agenti intervenuti, un’accurata descrizione del rapinatore che in breve ha permesso alla pattuglia di identificarlo e inseguirlo. L’uomo prima di gettarsi in Arno per non farsi trovare con i proventi della rapina in tasca, aveva nascosto il cellulare in una siepe e poi è sceso dalla spalletta del fiume e qui si è gettato in acqua. Fortunatamente gli agenti avevano intuito le sue intenzioni e avevano subito chiesto l’intervento dei vigili del fuoco che con un imbarcazione fluviale lo hanno raggiunto, fermato e consegnato alla polizia. Ora lo straniero originario del Gambia si trova nel carcere don Bosco in attesa di convalida da parte dell’autorità giudiziaria del fermo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.