“Io sto con Carola”, Comitato ai giardini Bucalossi

“Una civile dimostrazione contro la criminalizzazione di chi salva vite umane in mare, di chi si rifiuta di lasciare per anni gli esseri umani nei lager libici”. Così il Comitato permanente per i diritti Umani del Valdarno inferiore racconta la manifestazione, organizzata nei giardini Bucalossi di San Miniato per martedì 2 luglio alle 21.

Nella serata Io sto con Carola, saranno analizzati nei dettagli i “decreti sicurezza”. Al Comitato permanente per i Diritti Umani aderiscono 51 associazioni di impegno sociale, religioso, culturale, sindacale e sportivo del Valdarno Inferiore. “Stiamo purtroppo assistendo – dicono -, proprio qui, in Italia, alla negazione dei diritti unversali dell’uomo, il Comitato ritiene perciò giusto un momento di riflessione sulla necessità della disobbedienza civile in favore dei principi fondanti della nostra società stabilti nella Costituzione Italiana, nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e nei trattati internazionali sottoscritti dal nostro Paese”.
Del comitato promotore ci sono Shalom, Fondazione I Care, Popoli Uniti, Libera Valdarno, le Anpi di Santa Croce, Montopoli, San Miniato e Fucecchio, Banca del tempo, Pubblica Assistenza Fucecchio, Santa Croce e Montopoli, le Misericordia di San Miniato, Santa Croce, San Romano e Castelfranco, Cgil Pisa, Lega Spi San Miniato, Montopoli, Spi Fucecchio, Santa Croce e Castelfranco, Arci Valdarno Inferiore, Arci Castelfranco, Torre Giulia e Santa Maria a Monte, compagnia teatrale La Brettonica Pro loco Montopoli in Val d’Arno, Tra I Binari, Teranga, La Pietra D’Angolo, Frida, Arturo, Sport e solidarietà San Miniato, Avo, Caritas Fucecchio, Gs Pieve a Ripoli, Hurria, associazione Autismo Toscana, Coop Sinergica, Vorrei prendere il treno, Atletica Fucecchio, Circolo Pacchi, Canottieri San Miniato, Aned Pisa, Le Querce di Mamre onlus, pro loco Fucecchio e San Miniato, Associazione senegalese di Fucecchio, Auser Fucecchio, Cif, La Perla Santa Maria a Monte, Associazione Famiglie Handicappati Castefranco di Sotto.
In tarda serata
“Data la natura della nostra realtà associativa e della sua apoliticità”, la pro loco di San Miniato fa sapere di essere estranea alla manifestazione. “Pur avendo partecipato alla marcia dello scorso 27 aprile – spiega -, ci teniamo a salvaguardare la libertà di ogni associato, che personalmente potrà ovviamente esprimere la propria opinione, senza impegnare l’intera associazione rispetto a questo particolare caso di cronaca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.