Rientra a casa e sente le urla, poliziotto salva una donna a Bientina

Più informazioni su

Stava rientrando nella sua casa di Bientina insieme alla compagna. Era sabato sera tardi e l’uomo, un poliziotto in servizio al commissariato di Pontedera, ha sentito delle grida di aiuto da un’abitazione poco distante. Immediatamente, insieme alla sua compagna, si è diretto verso le grida e ha notato una donna di oltre 90 anni che chiedeva aiuto perché la figlia aveva avuto un malore.

Entrato nella casa, il poliziotto ha visto una donna distesa a terra con una tracheotomia collegata a una bombola di ossigeno che respirava a fatica poiché nella caduta si era staccato il tubo. Dopo aver attivato il 118, il poliziotto e la compagna, seguendo le istruzioni telefoniche del personale medico, hanno iniziato le manovre per stabilizzare la donna, adagiandola il posizione supina e riattivando la respirazione artificiale. In questo modo si è potuto attendere l’arrivo dell’ambulanza che ha accompagnato la donna all’ospedale di Pontedera mentre il poliziotto e la compagna hanno atteso l’arrivo di una parente per affidargli la novantenne rimasta sola.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.