Etrusca San Miniato, preso l’esterno Carpanzano

Settimana frenetica in casa Etrusca. Il cda della società sanminiatese ha ufficializzato in queste ore l’accordo raggiunto tra la società e Gianluca Carpanzano, fresco della promozione in A2, ottenuta sul campo di Montecatini qualche settimana fa, con la UniBasket Amatori Pescara.

Carpanzano, classe 1995, è un grande colpo di mercato della società pisana, che si è assicurata le prestazioni di uno fra gli esterni più promettenti di tutto il panorama della B nazionale. Calabrese doc, cresciuto nelle giovanili di Catanzaro, raggiunge la prima squadra nel 2010 in serie C e la guida alla promozione in B nazionale nella stagione 2013/2014 con 12 punti di media a partita. Continua l’esperienza con Catanzaro nelle stagioni in serie B con 15 punti di media a partita nelle stagioni 2015/2016 e 2016/2017, guidando la squadra fino ai playoff. Nella stagione 2017/2018 prova la prima avventura lontano da casa ai Tigers Forlì, dove raggiunge i playoff con 10 punti di media a partita e nell’ultima stagione è una del girone C della B nazionale a sceglierlo: a Pescara dà un contributo fondamentale alla promozione in serie A2 della squadra, con 9 punti di media a partita in 23 minuti giocati. Un giocatore giovane, un ottimo atleta con tanta qualità e tanta voglia di mettersi al servizio della squadra: tutte caratteristiche ricercate dall’entourage Etrusca che ha visto in Gianluca il giocatore giusto su cui puntare per la stagione 2019/2020.
“Seguo la realtà dell’Etrusca da quando è in serie B e sono stato entusiasta quando sono stato contattato. È una società che sta ottenendo grandi risultati, con un livello di qualità del lavoro altissimo, che riesce a fare campionati di livello, facendo migliorare al massimo i propri giocatori. Non potevo dire di no! – sono le prime parole in maglia biancorossa di Gianluca Carpanzano – Sono proprio queste le caratteristiche che mi hanno portato a fare questa scelta: ho tanta voglia di migliorare e sono sicuro che all’Etrusca potrò continuare, tramite il lavoro, a fare quei passi avanti per migliorarmi come giocatore e dare il massimo per la squadra. Ho visto le tre partite di playoff con Faenza e ho visto una squadra che sa dar battaglia in campo, con un pubblico straordinario: non vedo l’ora di mettermi a disposizione del coach e dello staff per dare il massimo e cercare di vincere più partite possibile, per regalare a tutti i sostenitori Etrusca quelle emozioni che hanno vissuto in tutte queste stagioni”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.