Torna Musicastrada: nel Cuoio sound inglesi e balcani

Torna anche quest’anno il viaggio nel cuore della Toscana proposto dal Musicastrada Festival, nato 20 anni da un’intuizione dell’associazione omonima di Montopoli. Una manifestazione che continua a portare musicisti provenienti da tutto il mondo nelle piazze, nelle pievi, nei cortili, davanti alle chiese e ai monumenti storici più importanti dei comuni che ospitano gli eventi. 

Quattordici in totale i Comuni toccati dal Festival: Bientina, Calcinaia, Casale Marittimo, Castellina Marittima, Castelnuovo Val di Cecina, Castelfranco di Sotto, Chianni, Livorno, Monteverdi Marittimo, Pomarance, Pontedera, Riparbella, Santa Maria a Monte e Vicopisano. Gli artisti provengono da Inghilterra, Ungheria, Usa, Angola, Francia, Slovenia, Siria, Iraq, Pakistan, Afghanistan, Tibet, Belgio, Argentina, Tunisia, Messico, Macedonia, Bulgaria e, naturalmente, Italia. 
Due, quindi, gli appuntamenti del comprensorio, rispettivamente in programma per le serate del 18 e del 21 luglio. Il primo appuntamento è in piazza Bertoncini a Castelfranco di Sotto, quando si esibirano gli Edgelarks, Phillip Henry e Hannah Martin. I due hanno iniziato il loro viaggio musicale insieme, vivendo in una piccola roulotte sulle colline vicino a Exmouth, nel Devon. L’originalissimo suono del duo è un mix della musica tradizionale delle British Isles, chitarra slide classica indiana e la festosa armonica beatbox di Phil con una forte radice di scrittura originale. Hanno suonato per anni dappertutto arrivando a vincere il premio Bbc Radio 2 Folk Awards come Best Duo nel 2014. Il 21 luglio a Montecalvoli (Santa Maria a Monte) sarà la volta dei Csángálló Zenekar, nell’ambito del progetto europeo Voices of minorities per valorizzare le minoranze etrnico linguistiche e l’influenza che esercitano sulla cultura, soprattutto musicale. Gli Csángálló sono una famiglia di sei anime, da sempre accompagnate dal suono della musica da festa. Nella loro musica l’eccitante sound dei Balcani si apre all’improvvisazione, alla composizione e al canto con suono completamente nuovo. Il risultato finale è una sorta di esperienza psichedelica, con potenti melodie dal grande impatto. I loro concerti sono vere e proprie feste danzanti.
Da sempre Musicastrada utilizza le scenografie naturali mozzafiato che i Comuni mettono a disposizione. Per la scelta del cast artistico si affida a una ricerca musicale non scontata, capace di pescare nomi di spicco nel panorama internazionale spaziando dalla musica popolare contemporanea alla (tanta) world music, passando attraverso la musica etnica e il folk. Gruppi che Davide Mancini e Anna Pierini vanno a conoscere in fiere internazionali di primo piano come il Womex World Music Expo, Atlantic Music Expo di Capo Verde, West Way Lab in Portogallo, Mercat de Música Viva de Vic di Barcellona, Budapest Ritmo, Mundial Montréal, Folk Alliance International e Music Pei in Canada, Babel Med a Marsiglia, Visa for Music in Marocco, Ment a Lubiana in Slovenia, Iomma nell’Isola della Réunion e altri ancora.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.