Ex manicomio, foto del santacrocese Squilloni a Volterra

Sarà il Palazzo dei Priori di Volterra a ospitare, da venerdì (12 luglio) al 31 agosto, la mostra del fotografo santacrocese Alessandro Squilloni dal titolo H24 – memorie visive di un’internata. L’esposizione porterà il visitatore in un viaggio virtuale tra le rovine dell’ex ospedale psichiatrico attraverso gli occhi di una donna internata, dove i volti delle persone ricoverate sono i veri attori di questo scenario privo di speranze: occhi che parlano senza artificio alcuno, affondano dentro le coscienze come lame taglienti, bramano aiuto e coraggio.

Artista santacrocese dal calibro internazionale, Squilloni ha dedicato gran parte della sua carriera alla connessione tra cuore, mente e spirito. Le sue immagini sono spesso anomale, vivono all’interno di una linea di demarcazione dove il contenuto emerge come ciò che riusciamo a sentire, piuttosto che a vedere. La raccolta fotografica H24 è un esperimento: Squilloni si fa spazio tra i corridoi e le camerate dell’ospedale psichiatrico di Volterra. L’artista si veste dei panni di internati, rendendosi partecipe di ogni esperienza, di ogni emozione. Sul filo del rasoio, pazzia e realtà fuse in un’entità unica: tutti siamo folli nella nostra normalità. La mostra sarà visibitale tutti i giorni con orario dalle 10,30 alle 17,30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.