In 300 senza biglietto alla stazione di Pisa, estate di controlli foto

Più informazioni su

Più di 300 viaggiatori sono stati allontanati e identificati poiché trovati dal personale “anti evasione di Trenitalia” privi di regolare titolo di viaggio. E’ parte di quanto risultato in un controllo scattato dall’alba di ieri 13 luglio nella stazione di Pisa Centrale.

I controlli straordinari sono stati coordinati dalla Questura di Pisa in stretta collaborazione con il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, i militari dell’operazione “Strade Sicure” e la Polizia Municipale del Comune di Pisa e svolti nei confronti dei viaggiatori diretti nelle diverse località di mare, sia in direzione La Spezia sia verso Grosseto. Il dispositivo di controllo è stato esteso anche all’area eterna alla Stazione, negli esercizi commerciali di vendita al minuto, per contrastare il fenomeno dell’abusivismo connesso alla rivendita sulle spiagge di prodotti a basso costo. Le forze di polizia hanno controllato 12 binari, 18 treni e circa 1400 viaggiatori. Tra questi, la Polizia di Stato ha individuato e tratto in arresto anche un uomo, gravato da ordine di custodia cautelare in carcere che è stato accompagnato nella mattinata stessa al Don Bosco. Il 30enne, richiedente asilo, è ritenuto responsabile di vari episodi di violenza alle persone nella provincia di Massa.

Questi servizi interforze, svolti con la collaborazione di tutte le forze di Polizia, continueranno per tutta l’estate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.