Una festa per la libertà a casa Campani, vice presidente Rotary

“Vivere sempre da uomo libero”. E’ questo l’augurio che Daniele Campani ha fatto al nipotino Dante, durante un evento che il vice presidente del Rotary Castelfranco di Sotto Valdarno Inferiore nonché presidente eletto per l’annata rotariana 2020/2021 ha voluto organizzare a casa sua a Montopoli Valdarno per ricordare la presa della Bastiglia del 14 luglio 1789 a Parigi.

Campani, ha voluto celebrare quest’ideale di libertà come valore universale, interpretato in tutte le sue più varie manifestazioni, organizzando una festa privata che ha chiamato Eerf.
Nel corso della serata sono state esposte, illustrate e analizzate le principali opere di Bansky, artista e writer inglese, considerato il maggior esponente della streetart. Nelle sue opere, il tema trattato è quello della critica della società occidentale, analizzata in modo satirico e pungente. Contrario al mercato delle opere, l’artista ha concepito l’arte come accessibile a tutti e la libertà si manifesta non solo nel contenuto delle sue creazioni ma anche nella fruibilità della sua arte. Tutti avvertono il bisogno dell’arte e tutti devono poter farla propria. Il pervadente senso di libertà che ha caratterizzato la festa ha trovato la sua rappresentazione anche nella musica jazz di Nico Gori, Piero Frassi e Andrea Beninati che hanno suonato davanti ai numerosi ospiti, tra i quali i sindaci Giovanni Capecchi e Gabriele Toti e Massimo Ciarini, attuale presidente del Rotary di Castelfranco di Sotto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.