Nuova dialisi a Pontedera, più di 3 milioni per il Lotti

Approvato il finanziamento per la costruzione della nuova dialisi dell’ospedale Lotti di Pontedera. Per farlo, sono previsti investimenti per 3 milioni e mezzo di euro, di cui circa 700mila a carico della Regione Toscana. Lo annuncia il direttore generale dell’Asl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani.

“Avevamo –  ha detto – già la certezza che sarebbero arrivati i 2.840.000 euro dal Ministero, ma è di pochi giorni la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Il progetto esecutivo, che prevede 27 posti invece degli attuali 16, è già stato approvato e a breve ci sarà la gara per l’affidamento dei lavori che, presumibilmente, dovrebbero iniziare entro fine anno. Un’altra buona notizia è il primo ingresso di uno dei 150 medici che hanno aderito alla proposta della Regione per rafforzare i pronto soccorso, entro il primo agosto ne entreranno altri due”. Maria Letizia Casani e Lorenzo Roti, direttore sanitario dell’Asl, hanno incontrato i professionisti e li hanno ringraziati per il loro impegno che permette di far crescere, nonostante le difficoltà, un ospedale che rappresenta un punto di riferimento per la valdera con un bacino di utenza di circa 150mila abitanti. I dati di attività confermano che il Lotti è un ospedale che risponde in maniera adeguata alle esigenze del territorio con una sempre maggiore complessità della casistica. “Ho avuto la conferma – ha detto Lorenzo Roti – della presenza di un buon clima interno anche per quanto riguarda i rapporti tra dirigenza e comparto e questo sicuramente aiuta molto nel raggiungimento degli obiettivi aziendali”. Recentemente sono stati realizzati alcuni lavori di adeguamento come la ristrutturazione completa della rianimazione e il completamento del consolidamento antisismico del padiglione E.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.