Padule di Fucecchio, regolamento unico entro il 2019

Un regolamento unico per la gestione della riserva del Padule di Fucecchio e lago di Sibolla, atto valido per le province di Pistoia, Firenze e Lucca. A elaborarlo è un’associazione temporanea d’impresa costituita da due società di professionisti che operano nel settore agricolo, forestale, faunistico e ambientale. La novità è stata presentata e illustrata oggi 26 giugno dall’assessore all’ambiente Federica Fratoni in occasione della riunione della Consulta del Padule.

Il regolamento, in base al cronoprogramma presentato, sarà adottato entro la fine dell’anno dopo naturalmente la dovuta fase di partecipazione richiesta da un atto così importante. Numerosi gli spunti portati dai presenti: le associazioni di proprietari, cacciatori, agricoltori e ambientalisti, oltre ai Comuni rivieraschi, la Provincia di Lucca e la Città metropolitana di Firenze.
“Finalmente – per Fratoni – il Padule di Fucecchio avrà una regolamentazione unica come più volte richiesto dai proprietari e l’impegno di tutti sarà volto a concretizzare il lavoro nel più breve tempo possibile in modo da essere pronti per la prossima primavera. Nel frattempo proseguono i lavori di rinaturalizzazione a opera del Consorzio di bonifica per i quali registro una stretta collaborazione non solo con le istituzioni ma anche con i cittadini e i residenti della zona. La Consulta che questa mattina ha visto una partecipazione molto ampia di tutti i portatori di interesse e dei soggetti coinvolti, conferma la sua validità come strumento di condivisione delle politiche ambientali e di valorizzazione di un sito unico e prezioso come è la Riserva del Padule”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.