S. Croce, torna rassegna del teatro comico

Più informazioni su

Sarà anche quest’anno piazza dei Partigiani la location della rassegna di teatro comico che l’amministrazione comunale di Santa Croce sull’Arno ha programmato per il 29, 30 e 31 luglio.

La manifestazione, nata nel 2002 e giunta alla diciottesima edizione, promossa dall’assessorato alle politiche ed istituzioni del Comune di Santa Croce sull’Arno, intende valorizzare una ritrovata e specifica forma di teatro, quello comico che, per l’immediatezza di comunicazione, trova ampi consensi neL pubblico di ogni età.
I tre spettacoli in programma che animeranno piazza dei Partigiani, fanno parte del circuito di Intesa Teatro Amatoriale, un progetto culturale sovracomunale, a cui partecipa il Comune di Santa Croce sull’Arno, che intende promuovere spazi del proprio territorio solitamente non deputati al teatro, ed offrire proposte culturali quale momento di svago nelle calde serate estive, ma anche di socializzazione e per vivere gli spazi aperti del nostro paese. Il pubblico, ormai fidelizzato, aspetta con interesse sempre crescente la “comicità” teatrale, mai volgare, della rassegna.
Questi gli spettacoli. Si inizia domani (29 luglio): quattro degli attori del gruppo teatrale del Four Red Roses di Castelfranco, diretto in questo spettacolo da Pietro Cataldo, metteranno in scena Due per te, di Margherita Donati, una commedia brillante in cui Mariastella, una dei 4 personaggi, è convinta di avere individuato nella “biandria” la ricetta della felicità di coppia. Sposata come Maria, con Stefano, un intellettuale professore di matematica e come Stella, con Johnny, un musicista sognatore che vive nel suo mondo in situazioni comiche e divertenti, Mariastella, coinvolgerà lo spettatore nei suoi spostamenti da un’abitazione all’altra, fino ad un evento sorprendente ed inaspettato…
Martedì (30 luglio) sarà la volta di La verità, vi prego, sull’amore ideata e diretta da Dean Davide Rosselli della compagnia teatrale No, grazie! di Montopoli che metterà in scena uno spettacolo-conferenza scaturito dalla necessità di porsi domande e darsi risposte sui rapporti tra uomo e donna, su come avvengono oggi i corteggiamenti, su quali sono le cause e, se possibile, le soluzioni delle moderne “crisi di coppia”. Perché nessuno ci insegna a fare il genitore? Perché le madri concedono tutto ai maschi e con le femmine si azzuffano? Come si affronta il sesso? Tutti argomenti, che affrontati esplorati, saranno oggetto di teatralità, in uno spettacolo, semiserio, “sulla coppia”.
Alieni di Valerio Di Piramo della Compagnia teatrale L’Anello di Cascina, con la regia di Simone Franchini, concluderà mercoledì 31 luglio la rassegna proponendo una storia del 2038 quando la noiosa routine degli insegnanti di un liceo, in una sala scolatica qualunque, sarà interrotta dall’arrivo di una circolare ministeriale che promette di sconvolgere l’organizzazione della scuola e rischia di far perdere il lavoro a molti insegnanti. Con colloqui frizzanti e professori in mutande, una commedia tutta da ridere, ma con un finale travolgente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.