Scuola, CambiaMenti: “Programmare interventi strutturali nei plessi”

Più informazioni su

“La rete scolastica sanminiatese, a cui riconosciamo un’importante qualità didattica, negli ultimi anni ha troppo spesso presentato situazioni di criticità legate soprattutto all’aspetto dell’edilizia scolastica, avendo dovuto fare frequentemente i conti con rattoppi e soluzioni d’emergenza che si sarebbero potuti evitare con una seria e strategica programmazione di interventi strutturali sui plessi”.

Per questo, alla vigilia del ritorno sui banchi, il Comitato Cittadino CambiaMenti e il gruppo consiliare “insieme all’augurio per un buon inizio a tutti gli studenti, le studentesse e ai docenti – scrivono Federico Faraoni, Manola Guazzini e Matteo Squicciarini -, tiene a sottolineare l’impegno a vigilare, come è stato fin dall’insediamento nel ruolo di opposizione in consiglio comunale, sulla sicurezza delle scuole e sulla capacità del mondo scolastico di rispondere alle necessità di coloro che si siederanno sui banchi degli istituti del nostro Comune a partire dal prossimo lunedì 16 settembre”.
Al di là della vicenda del liceo Marconi, spiegano -, “per la quale una soluzione definitiva sembra ancora molto lontana dall’essere trovata nonostante le dichiarazioni fatte in campagna elettorale, non si può non pensare alle criticità vissute dalla scuola elementare di Cigoli, su cui si è dovuti intervenire ben tre volte, di Ponte a Elsa e più recentemente da quelle della scuola elementare del capoluogo in via Rondoni. Per questi motivi abbiamo presentato fin dagli inizi del mese di luglio un’interpellanza per chiedere al Comune di assumere in tempi utili per l’inizio del nuovo anno scolastico iniziative tese a ripristinare in sicurezza l’edificio di via Rondoni 2 e più in generale di assumere le iniziative di controllo e di manutenzione necessarie per garantire il regolare avvio del nuovo anno scolastico. Certamente non è sempre possibile prevedere ciò che può accadere, ma è sicuro che una migliore programmazione ed una previsione nel bilancio comunale, fin dal prossimo, per quanto riguarda un programma sistematico di messa in sicurezza di tutte le scuole di base del territorio comunale, secondo un piano di interventi pluriennali, che segua un ordine di priorità e che guardi tanto al rispetto delle normative quanto alla sempre maggiore e necessaria qualità dell’offerta didattica, potrebbe essere una prima soluzione per evitare di muoversi solo, troppo spesso frettolosamente, nelle situazioni di criticità. Questo è quello che abbiamo evidenziato nella nostra interpellanza che sarà discussa al prossimo consiglio comunale. CambiaMenti si augura che l’attuale amministrazione possa essere stimolata dal nostro impegno di opposizione per vigilare attentamente su tutti questi aspetti, in modo da poter garantire alla nostra comunità un servizio sempre migliore sotto tutti i punti di vista. Non bastano generali rassicurazioni, come nella risposta alla nostra interpellanza o come in un intervento pubblico dell’amministrazione comunale, troppo spesso solo formali, per interventi di manutenzione ordinaria – comunque necessari – e semplici sistemazioni di facciata. Lavoriamo piuttosto per rendere davvero sicure le nostre scuole, nel rispetto delle normative e della sicurezza antisismica, a cui si deve aggiungere la qualità dell’offerta didattica (palestre, spazi laboratoriali, spazi per il gioco e per attività all’aperto). Se questo richiede di fare scelte politiche serie, talvolta impopolari, prevedendo risorse da togliere ad altro, confidiamo che nei prossimi anni ci sia il coraggio di farle. Anche per alcuni di noi questo è il ‘primo anno di scuola’ e speriamo che tutto possa andare per il meglio: buon anno scolastico a tutti”. 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.