Eccellenza, pari nel derby e per il Fucecchio

Due pareggi nella giornata di calcio di Eccelllenza per il comprensorio del Cuoio. Finisce pari il derby fra Cuoiopelli e San Miniato Basso con Pirone che risponde a Bianchi. Non va oltre il pari anche il Fucecchio nel big match a Montecatini: botta e risposta nella ripresa fra Cenci e Chiaramonti.

Cuoiopelli-San Miniato Basso 1-1
CUOIOPELLI: Puccini, Nidiaci, Leshi, Mancini L., Anichini, Morelli L., Garunja (13’st Pinucci), Caciagli, Pellegrini M., Niccolai, Bianchi. All. Cipolli. A disp. Casalini, Carli, Ferretti, Magnani, Marzi, E. Nieri, Tocchini, Sollazzi. All. Cipolli.
SAN MINIATO BASSO: Battini, Accardo (25’st Fatticcioni), Onnis, Meucci (10’st Pirone), Marinari, Marianelli (40’st Bozzi), Tremolanti (40’st Freschi), Borselli, Pellegrini (30’st Mancini), Riccobono, Remedi. A disp. Cappellini, Faraoni, Matteoni. All.: Venturini
ARBITRO: Donati di Livorno (Bertelli di Firenze e Gelli di Prato)
RETI: 20’pt Bianchi, 40’st Pirone
NOTE: Ammoniti Marianelli, Meucci, Marinari, Tremolanti, Remedi, Bianchi, Niccolai
Pirone applica la legge dell’ex centrando al Masini il suo primo sigillo stagionale con il San Miniato. La Cuoio è costretta al primo pareggio interno stagionale e imprecata per le due palle gol avute con Bianchi e Pinucci che avrebbero valso il raddoppio e il probabile successo. Meglio i ragazzi di Cipolli nella prima frazione, la voglia di riscattare lo scivolone di Livorno emerge chiaramente nei conciari. Un assolo di Bianchi, bravo lui, teneri gli avversari, regala il vantaggio ai locali. Il San Miniato non è mai incisivo nella prima parte. La squadra di Venturini spreca l’opportunità del pareggio in apertura di secondo tempo. Corner di Borselli, Puccini esce a vuoto e Marinari lo grazia. Così come viene graziato Battini da Bianchi che arrivato davanti al portiere sanminatese alza la mira, forse tradito da uno strano rimbalzo. Anche Puccini fallisce la palla del raddoppio. L’ingresso di Mancini da ulteriore slancio al San Miniato che raggiunge la parità a 5′ dal termine con una rete confezionata dagli ex Remedi e Pirone, cross del primo e incornata vincente del secondo. Pirone realizza il suo primo gol stagionale con la nuova maglia davanti agli ex tifosi. La Cuoio può consolarsi con Manuel Bianchi. Portano la sua firma tutte e 5 le reti stagionale, alle 4 in campionato aggiungiamo quella di Coppa a Fucecchio. Fino ad ora un acquisto ben azzeccato. Il San Miniato che domenica era stato beffato alla fine, trova la sua vendetta nello scorcio finale.

 

Valdinievole Montecatini-Fucecchio 1-1
VALDINIEVOLE MONTECATINI: Tonarelli, Martinelli, Cardarelli, Falivena, Francesconi, V. Ghelardoni, Benvenuti (29′ st Malih), Diomande, Chiaramonti, Tempesti (46′ st Sow), Zaccaria (43′ st Coulibaly). A disp.: Bellini, Ghimenti, Prato, Abdoune, Isola, Agostini. All. Marselli.
FUCECCHIO: Del Bino, Gremigni, Menichetti, Malanchi, Papa, Lecceti, Cenci, A. Ghelardoni (36′ st Mazzanti), Rigirozzo (34′ st Tiboni), Borgioli (17′ st Fedeli), Sciapi. A disp.: Raco, Lelli, Carelli, Nardi, Meacci, Mazzanti, Di Biase, Fedeli, Tiboni. All. Collacchioni.
ARBITRO: Rosini di Livorno (Coco di Pisa e Corsini di Livorno)
RETI: 7’st Cenci, 15’st Chiaramonti
NOTE: Angoli: 5 – 7. Ammoniti: 5′ st Tempesti, 25′ st Zaccaria, 27′ st A. Ghelardoni, 32′ st Lecceti, 35′ st Papa, 45′ st Sciapi. Recupero 1′ tempo 0′, 2′ tempo 3′.
Secondo pareggio consecutivo per il Fucecchio. Al Daniele Mariotti di Montecatini i bianconeri sprecano una clamorosa opportunità nel finale, c’è da capire di chi sono le colpe tra Tiboni e Sciapi e non riesce a spiccare il volo in classifica. Gara dai due volti per gli ospiti, mai propositivi nella prima parte e con la gara in mano nel secondo tempo. I termali hanno sempre condotto le operazioni nel primo tempo, la loro disposizione a rombo a permesso a Benvenuti di agire tra le linee e comandare a piacimento le manovre. Il possesso palla dei locali però è stato sterile con Del Bino che non è mai dovuto intervenire. Così come non ha dovuto fare Tonarelli, chiamato in causa seriamente solo da un colpo di testa di Lecceti dopo un tiro dalla bandierina al tramonto della prima parte. Marselli si è ricordato del poker di reti subito in casa il 9 dicembre 2018 e per arginare l’impeto di Sciapi ha accantonato al difesa a tre, mettendo un uomo in più in difesa. Nella ripresa giocata a tratta sotto una pioggia battente, la gara si è ravvivata. L’Airone si è affacciato per primo e il Fucecchio ha risposto con il gol di Cenci, bravo a tramutare in gol, un crosso basso di Rigirozzo sul quale il velo di Sciapi ha mandato al tiro il compagno dal semicerchio d’ingresso dell’area. Il vantaggio è durato poco. I bianconeri sono capitolati su una palla inattiva scodellata da Zaccaria, Del Bino ha respinto il primo tocco di Chiaramonti ma nulla ha potuto sul secondo tocco sotto misura. Il finale è stato tutto di marca fucecchiese, clamorosa la palla gol sprecata a 8′ dal termine. Cross di Gremigni sul palo opposto da posizione favorevole Tiboni anziché indirizzare di testa verso la porta, serviva un assist a Sciapi sull’altro palo, il quale lisciava clamorosamente la sfera, mandando nello sconforto i tifosi fucecchiesi. Tre minuti dopo la tempestiva chiusura di Martinelli frenava lo spunto secco del bomber bianconeri che scaricava la rabbia per le occasioni mancate su una decisione arbitrale che in pieno recupero gli costava l’ammonizione. Come sette giorni fa con il Camaiore, l’undici di Collacchioni può imprecare. Ma le imprecazioni non portano punti in classifica, anzi li tolgono.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.