Riabilitazione, Fornacette ha ricordato Luciana

“Sicuramente ognuno si porta dentro i frutti di quella interazione personale, ma come gruppo — perché cosi lei ci ha voluto e ci ha spronato a essere – non possiamo lasciare inosservata questa scadenza”. Per questo, ieri 4 ottobre nella sede della riabilitazione a lei intitolata a Fornacette di Calcinaia, è stata ricordata Luciana Segenni.

“Sono passati dieci anni – ha ricordato Cristina Laddaga, responsabile della riabilitazione dell’area sud (Pisa e Livorno) dell’Asl Toscana nord ovest – da quella domenica mattina in cui si seppe che Lucia Segenni se ne era andata. Ce lo aspettavamo ormai da giorni, ma averne la certezza fu un’altra cosa e in quel momento tutti ci siamo sentiti più soli, perché tutti avevamo con lei un rapporto su misura”. Nella sala delle riunioni insieme alla famiglia, a tanti colleghi e collaboratori, la dottoressa Laddaga e Patrizia Salvadori, coordinatrice dei fisioterapisti hanno tracciato un commovente ritratto umano e professionale di Luciana Segenni, mentre Maria Teresa De Lauretis, ex direttore generale della Asl, dopo una sua lettura ha consegnato una targa ricordo alla giovane ricercatrice. L’occasione è stata anche per una lezione di Cristina Spalletti, dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr di Pisa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.