Tartufo a Mihajlovic, lo porta mister Ulivieri foto

“A Sinisa Mihajlovic mi sento molto vicino per come interpreta il calcio e mette le sue squadre in campo. Ma mi sento legato molto anche alla sua persona, specie in queste settimane che sta affrontando con tenacia, da vero combattente, una forma di leucemia per la quale si sta sottoponendo a forti cure”. Per questo, il presidente dell’Associazione Italiana Allenatori di Calcio Renzo Ulivieri porterà un tartufo di San Miniato al collega.

Il sanminiatese Ulivieri è stato insignito del titolo di “Messaggero della cultura del tartufo nel mondo” nei giorni scorsi a “Fico” (Bologna), nel corso di una manifestazione dall’Associazione Nazionale Città del Tartufo che comprende tutte le realtà italiane del settore e che ha nel toscano Michele Boscagli il suo presidente. A Bologna Ulivieri ha allenato dal 1994 al 1998 e dal 2005 al 2007. “A San Miniato – dice il mister – il tartufo bianco, quello molto buono, è di casa per cui sono molto contento di questo riconoscimento anche perché avviene in una città a me cara come Bologna a cui sono molto legato. Cercherò di diffondere la cultura del tartufo nel mondo del calcio e da allenatore non posso che dire che oggi Bologna ha un allenatore molto competente, preparato e bravo e racchiude in se tutte le caratteristiche che deve avere un allenatore”.
Come primo atto da “messaggero”, quindi “e per dire a Sinisa che gli siamo vicini, gli porterò insieme al sindaco della mia città, un bel tartufo di San Miniato, in segno di affetto e di vicinanza”. Probabilmente il tartufo di San Miniato non riuscirà a consolare Mihajlovic della sconfitta con la Juventus e della clamorosa traversa che gli ha negato al 93′ il pareggio in casa della squadra campione d’Italia, tartufo che negli anni scorsi è stato consegnato a molti calciatori top come Cristiano Ronaldo, Francesco Totti e Gianluigi Buffon. “Ma quello che insieme a Renzo Ulivieri vorremo portare a Sinisa – spiega il sindaco Simone Giglioli – ha un significato tutto diverso: vuol essere una testimonianza di affetto da parte di una città come San Miniato, con un movimento sportivo e calcistico molto forte, a una persona che ce la sta mettendo tutta per combattere la malattia e idealmente attraverso di lui vuole essere un abbraccio e un pensiero ai tanti che ogni giorno sono nella sofferenza. Nei giorni scorsi anche una squadra di calcio femminile le Balco girl (Fungo, tartufo e Balco Girls: la sagra torna a Balconevisi) che fanno solo partite legate a iniziative di solidarietà e dove giocano anche delle tartufaie, mi hanno manifestato questo pensiero. Il frutto più prezioso della nostra terra è per dire tutti insieme: Forza Sinisa, siamo con te”. 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.