Mai più poliomielite, Rotary uniti contro la malattia foto

Tre Rotary Club della zona si sono uniti per una sera nel comune sforzo contro la poliomielite, la grave malattia virale (nota anche come paralisi infantile) che ancora affligge alcune delle zone più povere del mondo. Un dramma che da quarant’anni è divenuto una delle battaglie per eccellenza del Rotary, da quando nel 1979 il presidente James Bomar Junior versò le prime gocce di vaccino nella bocca di una bimba in un centro sanitario delle Filippine.

Da allora molto è stato fatto, ma serve ancora un ultimo sforzo per inseguire il traguardo della completa immunizzazione a livello mondiale. Ed è con questo obiettivo che i Rotary club di Fucecchio-Santa Croce, Empoli e Castelfranco-Valdarno Inferiore hanno deciso di organizzare lo scorso venerdì, 25 ottobre, una conviviale di raccolta fondi ospitata all’Hotel Villa Sonnino diSan Miniato. A caratterizzare l’evento è stata l’interessante relazione del professor Alessandro Vezzosi, critico d’arte e studioso di Leonardo, sull’attualità del genio toscano, ma la serata è stata ovviamente anche l’occasione per fare il punto sul cosiddetto progetto Polio Plus, il programma di vaccinazione lanciato dal Rotary nel 1985 e seguito tre anni dopo dalla nascita, insieme ad altri due partner, della Global polio eradication initiative (Gpei), l’iniziativa globale per l’eradicazione della poliomielite. A distanza di quarant’anni dall’avvio del programma, grazie a decenni di impegno da parte del Rotary e dei suoi partner, oltre 2,5 miliardi di bambini hanno ricevuto il vaccino orale antipolio, tanto che dopo l’immunizzazione dell’India è atteso per il 2020 l’annuncio dell’Oms che dovrebbe dichiarare tutta l’Africa finalmente libera dalla polio. Contro la malattia, però, restano da vincere la paura e i pregiudizi che ancora ostacolano la diffusione del vaccino in paesi come Pakistan e Afghanistan. Di questo si è parlato nella serata di venerdì, alla quale hanno preso parte i presidenti in carica dei tre Rotary Club: Marco Sansoni per il club Fucecchio-Santa Croce, Pierangelo Rolla per il club di Empoli e Massimo Ciarini per quello di Castelfranco-Valdarno inferiore. All’iniziativa era presente anche l’assistente del governatore del distretto 2071 Michele Altini, insieme ai sindaci Giulia Deidda di Santa Croce, Alessio Spinelli di Fucecchio, Gabriele Toti di Castelfranco, Simone Giglioli di San Miniato e Giuseppe Torchia di Vinci. 

 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.