Messaggi e appostamenti alla ex, madre e figlio nei guai

Più informazioni su

Telefonate e messaggi assillanti, pressioni psicologiche, appostamenti e intrusioni in casa per costringere la ragazza a riprendere la relazione. Azioni, queste, opera non solo dell’ormai ex fidanzato di lei, ma anche della madre di lui.

Il Questore di Pisa, al termine di una delicata istruttoria procedimentale, ha adottato nei confronti di madre e figlio conviventi, residenti a Migliarino di Pisa, la misura di prevenzione dell’ammonimento. L’istruttoria amministrativa e le indagini della Polizia di Stato hanno infatti evidenziato una lunga serie di condotte persecutorie realizzate dai due che nella ragazza hanno creato un perdurante stato di ansia e di paura, tanto da costringerla ad alterare le proprie abitudini di vita. Quanto solamente ipotizzato nelle fasi iniziali della vicenda è stato repentinamente riscontrato, attraverso la audizione di persone informate dei fatti, consentendo al Questore di adottare il duplice provvedimento di ammonimento, anche grazie accertamenti in collaborazione con la stazione carabinieri di Pisa Migliarino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.