Eco compattatori a Fucecchio, una mozione di Cordone impegna il sindaco

Una mozione “Impegna il sindaco e la giunta ad attivarsi, di concerto con la Regione Toscana e l’Ato Toscana centro, ai fini dell’installazione e del conseguente utilizzo di eco compattatori nel territorio comunale di Fucecchio”. La mozione è stata presentata dal consigliere comunale della Lega Marco Cordone e condivisa dai colleghi di partito e consiglio Gianmarco Porciani e Leonardo Pilastri.

“Ho presentato in questi giorni la mozione – spiega Cordone -, sulla scia dei documenti votati tempo addietro all’unanimità, dal consiglio regionale della Toscana e dal consiglio comunale di Gambassi Terme, che impegna il sindaco e la giunta di Fucecchio ad attivarsi per l’installazione e il conseguente utilizzo di eco compattatori affinché si riduca notevolmente il volume dei rifiuti come bottiglie di plastica, lattine, flaconi di detersivo. Da una mia indagine, infatti, tali problemi sono molto sentiti a Fucecchio”. 
La mozione parte dal presupposto che “In tutto il mondo, ogni sessanta secondi, viene venduto circa un milione di bottiglie di plastica mentre sono oltre venticinque milioni le tonnellate di rifiuti in plastica prodotti ogni anno solo in Europa. Di questi, secondo un recente rapporto redatto dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, solo il 30% viene riciclato. Numeri che si riducono al 15% se allarghiamo l’orizzonte a livello globale. L’Italia è al quinto posto in Europa per la qualità dell’acqua di rubinetto, dopo Austria, Svezia, Irlanda e Ungheria, eppure è tra i maggiori consumatori di acqua in bottiglia(centonovantasei litri procapite annui), terzi al mondo dopo il Messico (ducentosessantaquatro) e la Thailandia (duecentoquarantasei). Si stima che nel nostro Paese ogni anno debbano essere smaltite ben sette miliardi di bottiglie. Il consiglio regionale, inoltre, ha approvato all’unanimità una mozione avente per argomento l’installazione di macchine eco compattatrici nei comuni della Toscana”.
La mozione ricorda anche che “Si stanno diffondendo in tutta Italia sistemi automatici di autocompattazione per la raccolta differenziata di bottiglie di plastica, flaconi di detersivi e lattine in alluminio che funzionano premiando i cittadini attivi nella raccolta differenziata con punti e buoni spesa validi in attività commerciali e artigianali convenzionate con l’iniziativa”. Secondo le ricerche di Cordone, “Gli eco compattatori permettono la riduzione di circa venti volte del volume del rifiuto ma anche la consegna diretta alle aziende di riciclaggio senza passaggio in discarica o nei siti di stoccaggio, diminuendo così, considerevolmente, la possibilità del conferimento in discarica. Oltre a limitare l’impatto ambientale, l’eco compattatore garantisce un risparmio economico: in 12 mesi, laddove utilizzato, ha ridotto del 10% il consumo di carburante per il trasporto dei rifiuti e aumentato del 4,5% la quantità di plastica raccolta, sottraendola dall’indifferenziata che rappresenta un costo non indifferente per le Amministrazioni comunali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.