Piaggio, la Vespa del film “debuttò” a Santa Maria a Monte foto

“Un collezionista allora molto giovane, Roberto Donati di Piacenza, portò la sua bellissima Vespa 98 di colore bordò, appartenuta all’arcivescovo di Pisa Ugo Camozzo regalatagli dalla Piaggio. Quella Vespa è protagonista della fiction che va in onda in questi giorni e nel 1986 fu protagonista a Santa Maria a Monte e Pontedera in occasione del 40esimo anniversario della nascita della Vespa”. Lo racconta Alberto Fausto Vanni, tra i ri-fondatori del Vespa Club di Pontedera, alla vigilia della messa in onda della poduzione Rai su Enrico Piaggio, girata anche nella villa di varramista (Un film su Piaggio, il Sogno italiano si gira a Montopoli). 

La Vespa, racconta ancora Vanni, “ha fatto storia in tutto il mondo e ha dato tanto lavoro anche a Pontedera e ai paesi limitrofi. Un gruppo di appassionati di Santa Maria a Monte, nel 1986, dette vita alla rinascita del Club Vespa di Pontedera, coinvolgendo appassionati delle due ruote di Pontedera. Il club Vespa era formato da Giuseppe Stefanelli presidente e recentemente scomparso, Giuseppe Ibba, Alberto Nuti, Luciano Dini, Alberto Fausto Vanni. Il gruppo organizzò il 40esimo anniversario della nascita della Vespa a Santa Maria a Monte e a Pontedera. Allora il museo della Vespa non era ancora aperto e la Piaggio ci consegnò 15 Vespe che furono esposte in occasione di questo evento”. Un evento che, con mostre, raduno e convegno, ha poi dato il là a una lunga storia che tutt’oggi va avanti con grandi successi.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.