Sanità, servizi alla persona e raccolta rifiuti in sciopero

Potrebbe essere un martedì nero dato il numero e la tipologia dei settori in agitazione. Per martedì 19 novembre, infatti, il sindacato professionale Shc Sanità Human Caring ha proclamato uno sciopero di 24 ore per il settore sanità pubblica e privata, il terzo settore, le Rsa, Ra e le altre aziende di servizi alla persona e la Federazione dell’Unione Sindacale di Base ha indetto uno sciopero per le intere giornate del 19 e 20 novembre dei lavoratori dell’Avr, della Cooperativa Ati e della Geeco.

Le Aziende sanitarie fanno sapere che dovranno essere garantiti i servizi sanitari essenziali e, per quanto concerne le attività connesse all’assistenza diretta ai degenti, dovrà essere data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi non dimissibili, in ottemperanza a quanto riportato nell’Accordo nazionale per la regolamentazione del diritto di sciopero.
Come previsto dalla normativa vigente quindi, saranno garantiti tutti i servizi minimi essenziali che comprendono il pronto soccorso e servizi afferenti, assistenza domiciliare, attività di prevenzione urgente, vigilanza veterinaria, protezione civile, attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici.
Anche Geofor fa sapere che potrebbero verificarsi disagi riguardo i servizi di raccolta per quella giornata. Saranno garantiti raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani e assimilati pertinenti a utenze scolastiche mense pubbliche e private di enti assistenziali, ospedali, case di cura, comunità terapeutiche, ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi, stazioni ferroviarie, aereoportuali, caserme, carceri. Poi la pulizia dei mercati e delle aree di sosta attrezzate.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.