Accoglienza, 3 centri a San Miniato. Interrogazione Lega

Con un’interrogazione al sindaco discussa nell’ultima seduta del consiglio comunale di San Miniato, i consiglieri comunali della Lega hanno chiesto informazioni sui centri di accoglienza presenti sul territorio comunale.

“L’amministrazione comunale – riferiscono i consiglieri – ha comunicato che al momento i soggetti ospitati nel comune di San Miniato sono distribuiti in tre strutture, ubicate rispettivamente in via Cavane a Ventignano, in via dei Burroni a San Donato e in via Bagnoli nel capoluogo. Tutte le strutture di accoglienza sono gestite dalla cooperativa sociale La pietra D’Angolo la quale ha provveduto a stipulare specifici contratti per l’utilizzo dei locali. Centro di accoglienza di via Cavane, capienza consentita 40 posti, attualmente gli ospiti sono 28 alloggiati in quattro appartamenti. I locali sono stati messi a disposizione da una srl che detiene gli immobili in forza di contratto di locazione. La srl (società costituita 7 giorni prima della stipula della convenzione con la cooperativa sociale ha sede nei locali adibiti ad ospitalità) è costituita da due soci, una persona fisica e una società fiduciaria in forma di spa con sede a Firenze che detiene il 90% del capitale della srl. La cooperativa La pietra D’Angolo per l’uso dei locali corrisponde alla srl l’importo di 13,90 oltre iva per ciascun ospite presente pro die. La cooperativa, in base al bando di asta della Prefettura riceve un corrispettivo di 34,90 euro al giorno per ogni ospite. La cooperativa fornisce servizi di assistenza generica ed educativa alle persone, vitto, vestiario e prodotti per l’igiene personale, erogazione del ‘pocket money’ e rimborsi biglietti per trasporti necessari, provvedendo altresì ai servizi di pulizia. Centro di accoglienza di via dei Burroni, ospita 8 persone, è una unità immobiliare piano terra con una consistenza di 6,5 vani, di proprietà di un soggetto privato. La cooperativa La pietra D’Angolo ha acquisito in locazione l’unità immobiliare (non ammobiliata) ad un canone annuo di 11.400 euro. Il Centro di accoglienza Via Bagnoli, ospita 12 persone, i locali sono di un istituto religioso che li ha concessi in comodato d’uso alla cooperativa La pietra D’Angolo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.