Eccellenza, S.Miniato viola Fucecchio. Pari Cuoiopelli

Eccellenza, il derby del Cuoio va al San Miniato Basso: a decidere un gol di Borselli nel finale dopo che il portiere Battini aveva respinto un calcio di rigore al fucecchiese Menichetti. La Cuoiopelli conquista solo un punto sul campo dell’ultima della classe Virtus Viareggio.

Fucecchio-San Miniato Basso 0-1

FUCECCHIO: Del Bino, Gremigni (28′ pt Carelli, 38′ st Tersigni), Menichetti, Malanchi (35′ st Lelli), Papa, Lecceti, Cenci, Ghelardoni, Tiboni, Fedeli (4′ pt Borgioli), Rigirozzo. A disp. Raco, Nardi, Marianelli, Bruchi, Di Biase. All. Collacchioni. 

SAN MINIATO BASSO: Battini, Bozzi, Fatticcioni (10′ pt Faraoni, 20′ st Mancini), Borselli, Marianelli (10′ st Meucci), Tafi, Freschi (10′ st Accardo), Marinari, Pirone, Remedi, Pellegrini. A disp. Cappellini, Bartoli, Bicchieri, Riccobono. All. Venturini. 

ARBITRO: Barbetti di Arezzo (Nasca di Livorno e Palombo del Valdarno
)
RETE: 37′ st Borselli
NOTE: Ammoniti Rigirozzo, Freschi, Bozzi, Meucci, Mancini, Marinari. Espulso al 42′ Papa (doppia ammonizione). Al 35′ Battini respinge un calcio di rigore calciato da Menichetti.
Con una rete di Borselli nelle battute finali il San Miniato viola il Corsini e fa suo il derby con il Fucecchio. Correva il 30 settembre 2018 quando il Fucecchio conosceva l’ultima battuta d’arresto casalinga perdendo per 2-0. Oggi come allora la gara si è decisa nel secondo tempo. Primo tempo equilibrato nel quale Collacchioni è stato costretto immediatamente ad un cambio forzato per l’infortunio di Fedeli nelle primissime battute di gioco dopo uno scontro con Fatticcioni. Piove sul bagnato per quanto riguarda gli infortuni in casa bianconera visto che Gremigni poco prima della mezz’ora è costretto ad uscire. In campo viene schierato il giovane Carelli. Gli episodi salienti si concentrano in chiusura di tempo. Borselli si appoggia su Borgioli e per il signor Barbetti ci sono le condizioni per indicare il dischetto. Menichetti calcia alla destra di Battini che ne intuisce le intenzione respingendo la conclusione. A 3′ dalla pausa Papa per doppia ammonzione lascia in 10 i suoi. Nella ripresa Tiboni colpisce la traversa e poco dopo annullato un gol a Pirone per fallo sull’estremo bianconero. A 8′ dalla fine il San Miniato assesta il colpo vincente con Borselli con una conclusione da fuori a fil di palo a mezz’altezza alla sinistra di Del Bino. Il Fucecchio rischia il tutto per tutto per evitare la sconfitta aprendo spazi invitanti ma Pellegrini e Mancini davanti a Del Bino non fanno anticipare i titoli di coda. Nell’ennesima giornata in cui il segno X la fa da padrona il San Miniato poera l’aggancio in classifica allo stesso Fucecchio istallandosi nelle parti nobili del campionato.

Virtus Viareggio-Cuoiopelli 1-1
VIRTUS VIAREGGIO: Tonelli, N. Manfredi, Imperatrice, Bertelloni, Bartoli, Cinquini, Battaglia, Bani, Taraj, Fascioli, Richieri. A disp. Gerini, Ceccarini, Martinelli, Papini, Belatti, Manfredi G., Nardini, Cargiolli, Dell’Amico.
CUOIOPELLI: Sollazzi F., Rossi, Magnani (20′ st Nidiaci), Mancini, Leshi, Morelli, Pinucci (20′ st Carli), Caciagli (30′ Nardi), Pellegrini, Niccolai, Bianchi (33′ Garunja). A disp. Puccini, Anichini, Gargini, Nieri, Casalini. All. Giglioli.
ARBITRO: Papi di Prato (Matteucci di Livorno e Guddemi di Prato)
RETI: 20’st Nardini, 45’st Rossi
La Cuoio non concretizza, va sotto, recupera e sfiora la vittoria. Sembra il replay di un film già visto anche quello andato in scena a Montignoso. Sbaglia troppo sotto porta la squadra di Giglioli, si innervosisce tira fuori la rabbia e evita una beffa. Dopo 2 minuti Bianchi all’altezza dell’area piccola di testa manda fuori incredibilmente. Lo stesso Bianchi veste i panni del rifinitore cross arretrato sul quale Pellegrini a colpo sicuro calcia a lato. Lo stesso Bianchi inaugura la ripresa fallendo da pochi passi con Tonelli ormai fuori causa. A metà ripresa un errore una leggerezza difensiva costa il vantaggio di Nardini. La risposta biancorossa è rabbiosa Rossi colpisce la trasferta e in coabitazione con Garunja acciuffa il pari. Lo stesso Rossi va ad un passo dal raddoppio quando un suo tiro cross colpisce la traversa si adagia sul palo carambola sulla schiena di Tonelli e finisce in angolo. È la dimostrazione dell’annata no per una squadra alla quale manca la cattiveria agonistica per portare a casa i tre punti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.