A Santa Maria a Monte, “Il pavimento al secondo piano non è a posto”

Pugi chiede: "Ristrutturazione degli infissi e dotazione di condizionatori"

“La pavimentazione in linoleum del secondo piano del palazzo comunale non è sistemata”. Lo dice Rosita Pugi, responsabile per la sicurezza dei lavoratori del comune di Santa Maria a Monte.

“L’intervento realizzato – spiega – ha permesso di mettere in sicurezza il pavimento laddove danneggiato tramite l’applicazione di apposite resine, si tratta di un primo step. Il 23 dicembre, l’amministrazione incontrerà i tecnici della Ausl – Dipartimento Prevenzione e Sicurezza sui luoghi di lavoro, me, il medico competente e il responsabile sicurezza prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro dell’ente. In tale sede, l’Amministrazione dovrà portare la documentazione che attesti tempi e modi di realizzazione della nuova pavimentazione con relativo impegno di spesa, intervento che dovrà essere comunque tempestivo, perché, è vero, come dice Parrella, che le analisi sulla qualità dell’aria hanno dato esito negativo ma ciò non toglie che il problema c’è e va risolto. Colgo l’occasione per invitare nuovamente l’Amministrazione a valutare un intervento complessivo di risanamento e riqualificazione degli ambienti del secondo piano del palazzo comunale con ristrutturazione degli infissi e dotazione di condizionatori, interventi che consentirebbero sia ai dipendenti che ai cittadini che frequentano il secondo piano del palazzo comunale di godere di un ambiente sano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.