Muoiono poco prima di Natale, i loro organi salvano due vite

Nella notte le équipe chirurgiche del Centro Trapianti di Fegato di Pisa sono intervenute nei due ospedali fiorentini

Un dolore immenso per due famiglie dal quale nasce la gioia immensa di altre due. Se c’è una classifica dei migliori doni di Natale, di certo il primo posto va alle due persone decedute poco prima del 25 dicembre, che hanno scelto di diventare vita per altre persone.

I due pazienti, nella stessa notte, sono deceduti nei due ospedali fiorentini della Ausl Toscana centro di Santa Maria Nuova e in quello di Santa Maria Annunziata. Una donatrice di 79 anni aveva fatto la dichiarazione positiva di volontà al comune di residenza e ha donato il proprio fegato a un uomo di 60 anni.

Un donatore di 81 anni i cui familiari non si sono opposti alla donazione ha donato il proprio fegato a un uomo di 47 anni. L’evento eccezionale ha avuto di straordinario anche la capacità con cui l’organizzazione aziendale si è messa in moto per portare a buon fine tutta l’operazione.

I due donatori sono deceduti contemporaneamente nelle Rianimazioni dei due ospedali a causa di gravi emorragie cerebrali. E’ stato quindi attivato dalle direzioni sanitarie dei due presidi ospedalieri il collegio medico per l’accertamento morte con criteri neurologici, che è unico per tutti gli ospedali fiorentini. I medici del collegio composto dalla neurologa Luciana Tramacere, dal medico legale Mario Faleg a cui si sono affiancati i rianimatori delle rispettive Rianimazioni di Santa Maria Nuova e del Santissima Annunziata, pur con la difficoltà di doversi spostare sui due presidi per le rispettive osservazioni, sono riusciti a portare a termine i due periodi di osservazione e a certificare la morte dei due pazienti.

In contemporanea, il coordinamento donazioni e trapianti diretto da Alessandro Pacini, con la collaborazione dei medici e infermieri del gruppo operativo, hanno permesso la gestione delle due segnalazioni di potenziali donatori di organi.

Le due équipe mediche e infermieristiche hanno efficacemente mantenuto i due potenziali donatori e supportato il lavoro del Coordinamento donazioni e trapianti. Nella notte le équipe chirurgiche del Centro Trapianti di Fegato di Pisa sono intervenute nei due ospedali fiorentini e hanno proceduto al prelievo e successivamente al trapianto di fegato in due pazienti in lista di attesa.

L’équipe della Rianimazione del Santa Maria Nuova diretta da Massimo Barattini, è composta dalla coordinatrice infermieristica Dorella Donati con i referenti della donazione Rita Cammelli e l’infermiera Claudia Zampini. Compongono l’équipe della Rianimazione del Santa Maria Annunziata diretta da Vittorio Pavoni, il coordinatore infermieristico Stefano Gori con i referenti della donazione Mauro Pieroni e l’infermiera Elena Falatti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.