Salire sul bus in modo corretto, il progetto con le scuole

Ben 4 classi di San Miniato coinvolte nel progetto di Provincia di Pisa e Ctt Nord

Non si tratta di nuove pensiline né di nuove linee del trasporto pubblico. Fermata d’autobus in questo caso è il nome del progetto finanziato dalla provincia di Pisa con 12mila euro in collaborazione con la compagnia Ctt Nord (Compagnia Toscana Trasporti) e i comuni dell’Unione Valdera, di Pisa e San Miniato.

Un progetto che chiama a raccolta le scuole superiori, i più giovani, quelli che la mattina e all’ora di pranzo riempiono ogni giorno i bus per andare o per tornare da scuola. Sono gli utilizzatori più assidui del trasporto pubblico e anche per questo sono quelli più esposti ai rischi derivanti da un uso scorretto dei mezzi. L’obiettivo di Fermata d’autobus, infatti, è quello di sensibilizzare gli studenti delle scuole medie superiori a comportamenti responsabili e far assumere la consapevolezza che un uso scorretto dei mezzi di trasporto può causare danni, anche gravi.

Per questo il progetto prevede due incontri di formazione per quattro classi di ogni scuola secondaria di secondo grado, scelte tra le più grandi della provincia. Tra le 16 classi che parteciperanno, quattro di queste saranno di San Miniato, insieme a quelle di Pontedera, Pisa e Volterra. Durante le ore di formazione un esperto pedagogista spiegherà ai ragazzi e alle ragazze quali sono le accortezze da tenere in mente soprattutto nella fase più delicata, quella di attesa e salita sul bus.

È inevitabile, quindi, non pensare all’episodio del 2015, alla fermata dei pullman di fronte allo stadio di Pontedera, quando un ragazzo, nella calca per montare sul bus, è finito sotto alle ruote del mezzo, riportando lesioni gravi e irreversibili. È stata quella la scintilla che ha attivato i sindacati delle aziende di trasporto, le compagnie e tutti gli enti per una revisione strutturale del servizio offerto. Oltre alla messa in sicurezza delle fermate, c’è anche la parte di sensibilizzazione e quindi di prevenzione.

Durante gli incontri coordinati dalla prefettura, la Provincia si è assunta l’onere di promuovere, in collaborazione coi dirigenti scolastici e il trasporto pubblico locale, un’azione di sensibilizzazione nelle scuole. Duranti questi incontri, i rappresentati dei comuni e della provincia di Pisa e della Ctt, hanno analizzato dei filmati che documentavano la salita e la discesa dai messi di trasporto nelle ore più critiche. L’obiettivo era quello di trovare soluzioni che potessero garantire più sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.