Consorzio delle Cerbaie, Russoniello guarda ad Altopascio: “Allarghiamo la compagine”

L'assessore di Fucecchio eletta nuova presidente

“Il mio obiettivo primario è quello della promozione del territorio con iniziative di educazione e formazione ambientale. Per raggiungerlo intendo lavorare per ampliare la compagine estendendola anche ad altri comuni e ad altri soggetti privati”. Con questo obiettivo, la nuova presidente del Consorzio Forestale delle Cerbaie e assessore all’ambiente di Fucecchio Valentina Russoniello, inizia il suo nuovo percorso nell’impresa ambientale che associa enti locali (ne fanno parte i comuni di Bientina, Calcinaia, Castelfranco di Sotto, Fucecchio, Santa Croce sull’Arno), proprietari fondiari, imprese del legno, aziende agricole e turistiche, cittadini ed altri soggetti che ne condividono gli scopi.

Costituito nel 2010, il Consorzio vuole valorizzare la risorsa agro forestale del territorio delle colline delle Cerbaie. “Abbiamo già preso contatti – spiega la presidente – con alcune amministrazioni comunali, come ad esempio Altopascio, che hanno manifestato interesse per il nostro consorzio. Per quanto riguarda aziende e privati cittadini poi avranno sicuramente un coinvolgimento maggiore: a partire da questo mandato il vicepresidente sarà individuato tra i soggetti privati che fanno parte del consorzio e sarà eletto durante la prima assemblea del consiglio d’amministrazione. Vogliamo poi creare una rete di collaborazione con gli altri consorzi per la condivisione delle buone pratiche e per la partecipazione a bandi europei allo scopo di ottenere nuove risorse economiche da investire nella cura e nella valorizzazione del territorio. Vivere il bosco e promuovere iniziative e attività al suo interno è anche un modo per vigilare e contrastare le attività di spaccio di sostanze stupefacenti che purtroppo rappresentano ancora una piaga per le nostre belle colline”.

Nei prossimi mesi il Consorzio Forestale delle Cerbaie sarà impegnato, su diversi settori d’intervento come il rafforzamento della programmazione e gestione dei boschi delle Cerbaie tramite azioni di consulenza e valorizzazione del rapporto fra proprietari e ditte forestali, la promozione della filiera corta bosco, legno, energia tramite l’attivazione di interventi di selvicoltura antincendio e per la ripulitura del sottobosco di aree degradate oltre allo sviluppo delle centraline a cippato di provenienza locale per le scuole di Pinete e Querce.

Particolare importanza sarà data alle azioni di manutenzione della Via Francigena e delle aree prossime alla Riserva di Montefalcone come anche alla promozione turistica e culturale dei pregi ambientali degli ecosistemi delle Cerbaie”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.