Conoscersi cucinando, il corso a Cigoli

Parteciperanno i titolari di protezione umanitaria e i richiedenti asilo presenti sul territorio

Al via la seconda edizione del corso di cucina internazionale, aperto a tutti gli interessati, con la partecipazione di richiedenti asilo che vivono sul territorio. Martedì (28 gennaio) alle 19, nella cucina attrezzata dell’associazione Giuseppe Gori, in piazza Cardi a Cigoli, nel comune di San Miniato, partiranno le lezioni.

L’iniziativa è finalizzata a promuovere momenti di socializzazione fra titolari di protezione, richiedenti asilo e comunità locali. Il corso avrà la cadenza di otto incontri settimanali, durante i quali saranno preparati piatti tipici di alcune cucine del mondo, tra cui marocchina, africana, messicana, spagnola, siriano-libanese, russa. Il progetto si concluderà con una cena finale aperta alla cittadinanza, con degustazione di piatti della cucina internazionale.

Il corso è organizzato dall’Associazione Arturo, in collaborazione con la Società della Salute Emplose Valdarno Valdelsa, la cooperativa Pietra d’Angolo e l’associazione Querce di Mamre ed è finanziato con fondi del Sipromi, il Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati del ministero dell’Interno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.