RistorAzioni, la cena di carnevale è servita dai giovani adulti con autismo

Il progetto nato dalla collaborazione tra Fondazione Casa Ilaria, associazione Autismo Pisa e il ristorante Il Cavatappi

Sarà una cena di carnevale senz’altro molto particolare quella che si terrà sabato 15 febbraio al circolo Arci La Scala con il patrocinio del comune di San Miniato. Al servizio in sala infatti ci saranno i ragazzi di RistorAzioni, progetto di formazione lavoro per giovani adulti con autismo attivo in Valdera e nato dalla collaborazione tra la Fondazione Casa Ilaria, l’associazione Autismo Pisa sezione Valdera e il Ristorante Il Cavatappi di Calcinaia.

“Il progetto RistorAzioni – racconta Laura Capatini, presidente della Fondazione Casa Ilaria – permette lo sviluppo delle competenze, favorisce capacità di socializzazione e integrazione sociale dei giovani adulti con sindrome dello spettro autistico. Ciò con il fine di costruire un progetto di vita che ne valorizzi le potenzialità e le capacità di autonomia attraverso la formazione all’attività di cameriere di sala e di aiuto cuoco per l’inserimento in contesti lavorativi protetti destinati alla ristorazione.”

La cena prevede giochi e animazione per bambini grazie alla presenza di Clown Prezzemolina, mentre l’intrattenimento musicale e il karaoke è affidato al duo Gianni e Corinna music planner. Ospite della serata il 15enne Brando Delaiti al sax. Saranno presenti il vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca, il sindaco di San Miniato Simone Giglioli e monsignor Maurizio Gronchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.