Lago di Sibolla e Padule di Fucecchio, sì al regolamento unico

Ok dalla giunta per il sistema delle riserve naturali regionali

La giunta regionale ha detto sì al regolamento unico per il sistema delle riserve naturali regionali Padule di Fucecchio e Lago di Sibolla.

“Per la prima volta  – dichiara l’assessore all’ambiente Federica Fratoni – il sistema delle riserve naturali Padule di Fucecchio e Lago di Sibolla ha un unico regolamento di gestione, strumento che ne consentirà  la valorizzazione e la corretta fruizione da parte dei proprietari e dei frequentatori. Un risultato importante conseguito grazie al lavoro faticoso ma positivo della Consulta costituita a suo tempo. Adesso ci auguriamo che il consiglio regionale lo approvi rapidamente in via definitiva per averlo operativo a partire già dalla prossima stagione estiva”.

L’attuale modello gestionale regionale supera infatti i confini provinciali ed articola il sistema delle riserve in ambiti geografico-territoriali omogenei e contigui definiti “aree a gestione aggregata”. È in questo contesto che si collocano le tre riserve naturali Padule di Fucecchio e Lago di Sibolla che ricadono nel territorio di tre diverse province, Firenze, Pistoia e Lucca ma che fanno parte però di un unico sistema di aree umide riconosciuto anche a livello internazionale.

Poter disporre di un regolamento unico permetterà di garantire omogeneità nella gestione delle riserve pur nel rispetto di alcune caratteristiche peculiari delle singole aree umideali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.