Quantcast

Fucecchio riprende i consigli comunali

Solo per questioni urgenti. Da definire restano le modalità

Rinviare le questioni che non sono urgenti e fissare un consiglio comunale ad aprile per poter discutere tre punti ritenuti improrogabili: la variazione di bilancio, il riconoscimento del debito fuori bilancio per l’acquisto di attrezzature informatiche necessarie per il telelavoro a causa dell’emergenza coronavirus e i lavori di ampliamento della scuola media Montanelli Petrarca.

E’ questo il risultato dell’accordo raggiunto tra tutte le forze politiche per riprendere l’attività del consiglio comunale di Fucecchio. Non è certo un ritorno alla normalità, quello da lunedì 6 aprile, ma un passo in avanti deciso nella conferenza dei capigruppo. Una conferenza che per l’occasione, vista la situazione legata, si è trasformata in videoconferenza.

Presenti il presidente del consiglio comunale Marco Padovani, il sindaco Alessio Spinelli e i cinque capigruppo Alberto Cafaro (Partito Democratico), Federica Banti (#Orgoglio Fucecchiese), Gianmarco Porciani (Lega – Salvini), Simone Testai (Forza Italia), Fabrizia Morelli (Movimento 5 Stelle).

Non sono ancora state decise le modalità con cui si svolgerà il consiglio comunale: i capigruppo e il presidente dell’assemblea Marco Padovani stanno valutando la possibilità di riunirlo in uno spazio molto più capiente, per poter garantire le misure di sicurezza. Come alternativa ci sarebbe anche la possibilità di riunirsi in numero ridotto, sempre mantenendo i rapporti di forza tra maggioranza e opposizione, sulla falsariga di quanto fatto recentemente dal parlamento italiano.

“Sono molto soddisfatto per la riunione – spiega il presidente Padovani – perché i capigruppo hanno recepito le mie richieste condividendo le necessità del momento. Tutte le forze politiche hanno mostrato grande senso di responsabilità e disponibilità in linea con la particolare situazione nella quale si trova il nostro Paese. Non possiamo fermare la macchina comunale perché questo causerebbe problemi anche ai nostri cittadini ma allo stesso tempo siamo riusciti a condividere modalità operative che garantiscano la salute dei consiglieri comunali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.