Aumentano i casi di violenza domestica, a Empoli è attivo il centro Lilith

Una pagina del sito del Comune è dedicata a tutti i numeri da contattare in caso di bisogno

Un messaggio per tutte le donne: i numeri telefonici ci sono e sono funzionanti, se avete bisogno, se siete in pericolo, chiamate. Vi ascolteranno. I servizi antiviolenza a Empoli sono attivi e l’amministrazione comunale ha dedicato una pagina sul sito del Comune con tutti i contatti da chiamare in caso di bisogno. Il dato, straziante, è che la convivenza obbligata a causa della necessità di stare in casa per l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha fatto salire i casi di violenza domestica.

“In queste settimane difficili – dice l’assessore alle politiche sociali Valentina Torrini – sono aumentati i casi di violenza nei confronti di donne e bambini. Mi rivolgo a tutte loro non siete sole e non vi lasciamo sole. È attivo il nostro Centro Aiuto donna Lilith, gestito dalle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli. Una realtà di eccellenza, che non ha mai interrotto i servizi, cercando nuove soluzioni per aiutare le donne durante questa nuova e tremenda emergenza. Per continuare la nostra attività a fianco delle donne vittime della violenza maschile, abbiamo inserito sul nostro sito, nella sezione #IORESTOACASA, un pagina con tutti i servizi telefonici attivi sul territorio e i contatti utili, anche a livello nazionale».

“Le richieste di aiuto nel mese di marzo – ha spiegato Maya Albano, psicologa responsabile del Centro Aiuto Donna Lilith – sono aumentate del 75 per cento rispetto alla media precedente. Abbiamo le case rifugio piene, con 10 donne e 10 minori ospiti. Stessa cosa per Casa Matilda, dove accogliamo 5 donne e 3 minori. Siamo in collegamento con la rete Codice Rosa, quindi nessuna richiesta di aiuto sarà evasa. Stiamo prediligendo il contatto telefonico, tramite telefonate o videochiamate, ma siamo comunque sempre aperte anche all’incontro diretto se c’è necessità. Stiamo mantenendo anche l’assistenza nelle strutture tramite psicologhe ed educatrici. Possiamo dire alle donne che si trovano sempre più isolate che non devono sentirsi sole, che siamo reperibili 24 ore su 24 al numero 0571725156, che ci possono scrivere anche su WhatsApp al numero 3351019810. Le psicologhe e gli avvocati sono sempre disponibili per le consulenze».

Se hai bisogno chiama il centro antiviolenza Lilith al 0571 725156 o al 335 101 98 10. Oppure manda un email a centrolilith@anpas.empoli.fi.it. Puoi chiamare anche il 1522, un servizio pubblico promosso dal dipartimento per le Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri. Il numero, gratuito, è attivo 24 ore su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.