Didattica a distanza, 110 dispositivi per gli alunni di Fucecchio

L'appello di scuole e Comune aiuterà gli studenti a non rimanere indietro

E’ iniziata la distribuzione dei dispositivi elettronici alle alunne e agli alunni delle scuole di Fucecchio che necessitavano di un supporto multimediale per poter svolgere la didattica a distanza. I primi studenti a ricevere i supporti sono stati quelli della Direzione Didattica, poi a seguire arriveranno anche a quelli dell’istituto superiore Checchi e dell’istituto comprensivo Montanelli Petrarca.

La macchina organizzativa è riuscita nell’intento di reperire 110 dispositivi tra computer portatili o tablet (15 di questi sono stati donati da aziende, associazioni, cooperative e cittadini) per tutti gli alunni che ne hanno necessità grazie all’impegno assiduo dei dirigenti scolastici Maria Elena Colombai, Anna Rita Leone e Marinella Pascale, dei dirigenti amministrativi, delle segreterie e dell’amministrazione comunale. La distribuzione verrà fatta a domicilio con la consegna del contratto di comodato d’uso gratuito e le informazioni necessarie.

“Scuola e Comune continuano a lavorare insieme – spiega l’assessore all’istruzione Emma Donnini – per garantire a tutti il diritto allo studio anche in questa fase così complessa. Nessuno rimanga indietro non è uno slogan esclusivamente di carattere economico e sociale, noi lo abbiamo coniugato anche alla scuola affinché tutti abbiano gli strumenti necessari per proseguire il proprio percorso di crescita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.