Rifiuti abbandonati, a Fucecchio il progetto di contrasto con le guardie ambientali foto

In discussione nel consiglio comunale la prossima settimana

Le guardie ambientali per combattere gli abbandoni dei rifiuti. La giunta comunale di Fucecchio porterà la proposta concordata con Alia, la società di gestione della raccolta, in discussione nel consiglio comunale in programma la prossima settimana.

“Il nostro progetto – spiega il sindaco Alessio Spinelli – prevede due operatori di Alia, appositamente formati anche con nozioni di polizia municipale, che perlustreranno il territorio comunale per scoprire gli abbandoni e quando possibile individuarne i responsabili. È una necessità che nasce dalla volontà di garantire il maggior decoro possibile e combattere quei comportamenti di inciviltà che anche nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di riscontrare”.

E a questo proposito, proprio questa mattina, uomini e mezzi del Consorzio di Bonifica Basso Valdarno sono stati impegnati sul Rio di Fucecchio, all’altezza di via della Querciola, per rimuovere rifiuti abbandonati nel corso d’acqua che confluisce nell’Usciana.

“Siamo stati costretti a impegnare mezzi meccanici di notevole dimensione – commenta Spinelli – per colpa di incivili che inquinano corsi d’acqua, boschi e campagne con ogni genere di rifiuto. E quello del Rio di Fucecchio non è l’unico caso recente. In questi ultimi giorni abbiamo preso in carico la rimozione di altri abbandoni, lungo i sentieri naturalistici dei boschi delle Cerbaie e nei pressi di via Menabuoi, anche grazie all’associazione dei Cavalcanti del Padule che è convenzionata con il Comune proprio per le segnalazioni legate ai servizi ambientali”.

“Insieme ai Cavalcanti del Padule e al Consorzio Forestale delle Cerbaie – aggiunge l’assessore all’ambiente Valentina Russoniello – vorremmo portare avanti anche un progetto di turismo di prossimità e quindi c’è un’attenzione particolare verso la pulizia dei sentieri naturalistici e più in generale delle aree verdi della nostra zona che sono molto belle”.

“Siamo impegnati costantemente – aggiunge il sindaco – anche quando non ne parliamo pubblicamente. L’amministrazione comunale, attraverso i servizi di Alia o del Consorzio di Bonifica, interviene sempre e in tempi molto rapidi. Certo un abbandono di eternit non possiamo portarlo via in poche ore perché ci sono delle procedure di sicurezza da seguire. Vedo invece che alcuni consiglieri di opposizione, che giustamente segnalano anche loro situazioni di abbandono, approfittano della situazione per farsi un po’ di pubblicità. E comunque ognuno sceglie l’argomento che si sente più vicino, noi preferiamo parlare di scuola, qualcun altro preferisce i rifiuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.