Cremazione e funerali per gli animali da compagnia, aspettando il cimitero foto

A San Miniato il servizio esiste già, per animali a 4 e 2 zampe

Su una mozione presentata dalle Lega, il consiglio dell’unione dei comuni dell’Empolese Valdelsa discuterà sulla nascita di un cimitero per animali, magari proprio a Fucecchio. Una novità attesa da tanti, che sempre di più, considerano il loro amico non umano un membro della famiglia.

Nel comprensorio del Cuoio, in effetti, un cimitero per animali da compagnia non c’è ancora, ma ci sono servizi per l’ultimo saluto all’amico di sempre. Cani e gatti, pappagalli e c’è addirittura una richiesta per una tartaruga, possono essere cremati o accompagnati a degna sepoltura. Perché solo chi ha avuto animali in casa può capire l’importanza affettiva che questi assumono per le persone e il vuoto che lasciano quando se ne vanno.

E con il divieto di seppellirli in giardino, sempre più forte, negli ultimi anni, sta nascendo la necessità servizi funerari per gli animali da compagnia, un settore in espansione che riceve sempre più richieste, come raccontano dalla Gigio Service, prima a San Miniato Basso e ora trasferita a Ponte a Egola.

“Noi – spiega il titolare Soccorso Sicuranza – possiamo intervenire dal ritiro dell’animale morto e, in base a quanto stabilito con la famiglia lo portiamo al forno crematorio. Ma ci sono anche altre opzioni: ce lo può portare la famiglia o lo andiamo a prendere dal veterinario, in base alle volontà della famiglia e al sentimento di quel momento. Chi sceglie la cremazione, può decidere di assistere o meno in una stanza dedicata al commiato prima di portarsi a casa l’urna, che così resterà in famiglia”.

Le richieste sono in crescita, ma quella della cremazione degli animali è una scelta che può piacere o meno, proprio come accade per i defunti umani”. Al netto delle preferenze di ciascuno, la cremazione consente di tenersi ancora in casa l’animale senza ricorrere a pratiche illegali ancora molto diffuse come la sepoltura in giardino. La sepoltura degli animali può avvenire a norma di legge laddove esistano dei cimiteri per animali: in tal caso, la famiglia non deve far altro che scegliere feretro e foto.

“Quando si parla di funerali – ha spiegato il titolare della Gigio Service – si intende il trasporto nei luoghi dove vengono seppelliti. Il funerale vero e proprio in questa zona non si fa, ma in altre ci sono degli spazi appositi organizzati, dove ci sono anche i cimiteri. A volte siamo stati incaricati di portare gli animali verso i cimiteri in altre zone. Tra i nostri servizi c’è anche il rilascio dei documenti per fare la cancellazione del chip”.

“C’è molta richiesta – continua Sicuranza – stanno nascendo diversi forni, in Toscana siamo già su una decina. Un’altra cose che viene chiesta spesso è la possibilità di seppellimento degli animali insieme alle persone. So che alcuni comuni hanno modificato il regolamento di polizia mortuaria per permettere questa opzione. Le persone stanno iniziando a informarsi, lo fanno già prima che muoia l’animale”.

E come tutti i settori in espansione, cresce anche la diversificazione: è possibile, infatti, scegliere tra diversi tipi di urne. Ci sono quelle standard in legno ma ci sono anche in porcellana e di acciaio, di tutte le forme e misure. Ci sono i portachiavi con la zampa dell’animale e la possibilità di scegliere una foto da applicare: proprio come avviene per i familiari umani, ci sono servizi per tutti i gusti e per tutte le tasche. Oltre ai ricordi dei momenti passati insieme: quelli non hanno prezzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.