Corpus Domini, il parroco sul pick up benedice le contrade di Castelfranco foto

Dopo la messa l'ostensorio del corpo di Cristo è stato portato per le strade del paese

Ha viaggiato a bordo di un pick-up l’ostensorio del corpo di Cristo portato questa mattina (14 giugno) per le strade di Castelfranco. Un viaggio motorizzato insieme al parroco don Ernesto Testi, per celebrare ugualmente la tradizione del Corpus Domini anche con le restrizioni dovute all’emergenza Covid.

A lanciare l’idea il viceparroco don Marco Balatresi, che ha voluto in questo modo portare il Santissimo Sacramento per le strade del paese, sostituendo la tradizione processione con un viaggio in jeep. Una scena fuori del comune che entrerà probabilmente fra le immagini simbolo dell’emergenza.

Al termine della messa delle 10, dopo aver percorso le navate della Collegiata, il parroco don Ernesto è salito a bordo di un pick-up tenendo in mano l’ostensorio del Santissimo Sacramento, affiancato dagli altoparlanti che hanno diffuso per il paese i tradizionali canti liturgici.

Partito da via Cavour di fronte alla porta della chiesa, il mezzo ha percorso fra le 11 e le 12 lo stesso itinerario della processione, effettuando quattro soste in ciascuna delle quattro contrade di Castelfranco per benedire i rispettivi quartieri: in piazza Franceschini per la contrada San Bartolomeo, in via Puccini per San Martino, in via Aldo Moro per il quartiere di San Pietro e in via dello Stadio per quello di San Michele.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.