Rio di Fucecchio, iniziati i lavori di manutenzione foto

Il punto sugli interventi da completare entro l'estate

Come da programma (qui), i primi a partire sono stati i lavori sul Rio di Fucecchio. L’amministrazione comunale segue con la massima attenzione i lavori del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno per gli importanti interventi da completare entro la fine dell’estate.

In corso c’è un intervento di sistemazione e messa in sicurezza del Rio di Fucecchio attraverso il ripristino di argini e sponde franate: opere dall’enorme importanza idraulica poiché, in caso di eventi atmosferici consistenti e di conseguente piena, questo intervento potrà evitare l’allagamento di aree abitate.

L’altra azione in atto riguarda lo sfalcio delle arginature di tutti i corsi d’acqua del reticolo idrografico di competenza del Consorzio di Bonifica per permettere all’acqua di defluire durante piogge o temporali. Quest’ultimo intervento, come da normativa, è potuto iniziare soltanto oggi poiché per legge è necessario tener conto dei tempi di nidificazione di alcune specie animali ed è quindi vietato intervenire prima del 15 giugno.

Le uniche eccezioni riguardano i corsi d’acqua presenti nelle zone abitate ed è per questo che l’amministrazione comunale è intervenuta già a maggio sul canale Usciana a Ponte a Cappiano.

Durante i mesi estivi è prevista, invece, la risagomatura delle sponde e dell’alveo del Rio di Ponzano con l’inserimento di valvole a doppio clapet che eviteranno possibili allagamenti in caso di piena dell’Arno. Questo intervento metterà mettere in sicurezza la zona commerciale e industriale di Pieve a Ripoli. Un altro intervento sarà poi realizzato sul Rio di Vallebuia, nel tratto a valle della Strada Regionale 436 con l’obiettivo di far defluire più velocemente l’acqua proveniente da monte.

“Opere – per il sindaco Alessio Spinelli – che potranno migliorare sensibilmente la situazione idraulica attuale seppur non si possano considerare interventi del tutto risolutivi. Sono in costante contatto con Maurizio Ventavoli, presidente del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, con cui mi confronto su queste tematiche e sulle migliori soluzioni da adottare per mettere in sicurezza il nostro territorio, soprattutto in un momento in cui, come è sotto gli occhi di tutti, le allerte meteo e gli eventi atmosferici critici sono sempre dietro l’angolo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.