Caldo e afa nell’ultimo fine settimana di giugno previsioni

Temperature sopra la media stagionale almeno fino al 4-5 di luglio quando arriverà una tregua

L’ultimo weekend di giugno sarà molto caldo e afoso su gran parte d’Italia con l’anticiclone afro-mediterraneo”. Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “Le temperature saranno in ulteriore aumento con massime diffusamente superiori ai 30 gradi sulle zone interne, ma con picchi anche di oltre 33-34 su Emilia Romagna e regioni del centro sud. Qualche grado in meno lungo le coste grazie alle brezze marine, ma con afa molto accentuata e temperature percepite comunque elevate; afoso anche in Pianura Padana, specie tra il pomeriggio e la sera. Solo su Alpi, Prealpi e Appennino centrale potremo avere la formazione di qualche temporale di calore tra le ore pomeridiane e quelle serali”.

“Nella prossima settimana il caldo sarà in ulteriore intensificazione dal Nord Africa verso l’Italia, specie centro-meridionale – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – tanto che entro giovedì prossimo potremmo assistere a picchi locali prossimi ai 38-40 gradi su tavoliere pugliese, Lucania, cosentino e zone interne di Sicilia e Sardegna. Molto caldo anche al centro nord con picchi di 35-37 gradi non esclusi su aree interne di Emilia Romagna, Abruzzo, Marche, Umbria, Lazio e Toscana. Alcune tra le città più ‘roventi’: Bologna, Ferrara, Firenze, Terni, Frosinone, Roma, Macerata, Sulmona, Benevento, Foggia, Matera, Cosenza, Caltanissetta e Nuoro. Il caldo sarà anche afoso, specie sulle coste e in Pianura Padana dove a livello locale si potranno percepire temperature anche di 40 gradi. Il nord sarà comunque lambito da correnti più instabili atlantiche, che potranno innescare locali rovesci o temporali in primis su Alpi e Prealpi, ma occasionalmente anche su pedemontane e alte pianure. La presenza di aria molto calda e afosa potrà favorire fenomeni brevi e localizzati ma violenti, anche associati a grandine, colpi di vento o improvvisi nubifragi. Prestare dunque attenzione”.

“Dal 4-5 luglio – concludono da 3bmeteo.com – un impulso instabile e fresco dal Nord Europa potrebbe raggiungere il Mediterraneo centrale coinvolgendo almeno in parte anche l’Italia. Se questa evoluzione venisse confermata potremmo assistere ad un passaggio temporalesco questa volta più organizzato non solo al nord ma anche al centro sud, specie versante adriatico, con fenomeni localmente violenti e smorzamento della canicola. Evoluzione ancora in fase di analisi e che necessiterà di ulteriori conferme”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.