“Troppa gente il mercoledì” e lo Chalet chiude alle 22

Misericordia e Vab continueranno a garantire l'accesso in sicurezza

“Vogliamo cogliere il lato positivo di questa voglia che i giovani mostrano di stare insieme per trascorrere dei momenti in amicizia e con leggerezza”. Ma, vista l’affluenza eccezionale di giovani arrivati a San Miniato per i primi due mercoledì dello Chalet e nonostante le misure prese per controllare gli accessi ai giardini Bucalossi la scorsa settimana, Shalom ha deciso di anticipare la chiusura alle 22 per due mercoledì in modo da evitare gli assembramenti.

“Un atto di responsabilità – spiega il direttore di Shalom Luca Gemignani – . Con dispiacere, abbiamo deciso di concerto con l’amministrazione comunale di chiudere lo Chalet alle 22 per i prossimi due mercoledì 1 e 8 luglio”. Ricordiamo che dal primo mercoledì dell’apertura (il 17 giugno) al secondo mercoledì (24 giugno) erano stati messi in campo una serie di accorgimenti per evitare assembramenti, come delimitazione dell’area e accesso contingentato. Tuttavia questi accorgimenti non sono stati sufficienti e risolutivi. E in questa fase, serve ancora cautela e responsabilità”.

Volendo cogliere il lato positivo, però, “Ci fa piacere che in davvero tanti scelgano lo Chalet che come molti sanno ha anche una grossa valenza sociale, poiché tutti gli utili che vi si ricavano vengono destinati al Movimento Shalom per il progetto Atelier, un centro che garantisce sostegno scolastico, gioco e sostegno alle famiglie di oltre 60 bambini del comune e del comprensorio oltre agli altri progetti educativi e solidali del Movimento.
Ci preme inoltre ringraziare la Misericordia di San Miniato e la Vab che ci hanno dato e ci daranno una mano nei prossimi mesi per garantire l’accesso in sicurezza, oltre all’amministrazione comunale di San Miniato con la quale abbiamo da sempre un’ottima collaborazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.