Empoli, approvata la mozione per portare il tribunale nella città foto

Circondario della Valdelsa e i comuni del Valdarno Inferiore uniti per il ritorno degli uffici giudiziari

Il ritorno di una sede del tribunale ad Empoli sembra più vicina dopo l’approvazione da parte del Consiglio regionale della mozione “che impegna la giunta ad attivarsi per l’istituzione di una sede del tribunale a Empoli, rafforzando al contempo anche l’istituto del giudice di pace”, presentata dal consigliere Enrico Sostegni.

“Non abbiamo ancora vinto, ma è un tassello fondamentale per la riapertura delle porte del tribunale di Empoli”, commenta Roberto Nannelli, avvocato responsabile scientifico dell’Associazione per l’istituzione del tribunale ordinario di Empoli.

L’approvazione della mozione è un passo avanti importante per Empoli, ma anche per tutti gli 11 comuni del Circondario dell’Empolese Valdelsa, così come per gli altri 4 comuni del Valdarno Inferiore (San Miniato, Santa Croce, Montopoli, Castelfranco di Sotto), che vogliono di nuovo il Tribunale e la Procura sul territorio. Il progetto, iniziato con un incontro con l’allora neosindaco Barnini nel 2014, è giunto a un passo importante, coadiuvato da un nutrito report fatto di ricerche, statistiche e dati demografici, che ha portato all’attenzione l’importanza del progetto per “snellire” il lavoro civile e penale in atto a Firenze e Pisa e per dare maggiori e migliori servizi a cittadini e imprese.

“Sappiamo che questa è una proposta storica, ambiziosa e anche difficile, ma voglio evidenziare che le ragioni che ci hanno portato a realizzarla non sono campaniliste, ma basate sulla consapevolezza del tessuto demografico e produttivo del territorio, altamente competitivo a livello regionale” commenta il sindaco di Empoli, Brenda Barnini, che sottolinea l’importanza del progetto non solo a livello giuridico e territoriale, ma anche come servizio ulteriore da offrire ai cittadini. Concetto ribadito dal sindaco di San Miniato, Simone Giglioli: “sappiamo che la lentezza della giustizia civile e penale grava sul territorio e anche sugli investimenti esteri, quindi questa è una battaglia giusta, che va perseguita per dare sempre miglior servizi a imprese e cittadini”, conclude il sindaco in rappresentanza dei comuni del Cuoio.

All’incontro erano presenti anche il senatore Dario Parrini, Confindustra, Cna e altri rappresentati dell’Associazione per la ricostruzione del tribunale a Empoli, che si auspicano l’apertura delle porte del nuovo tribunale nel cuore del circondario dell’Empolese Valdelsa presto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.