Strage di Bologna e Panzalla, gli assessori fucecchiesi alle commemorazioni foto

Il due agosto del 1944 a Greve in Chianti, del 1980 alla stazione del capoluogo emiliano-romagnolo

Tenere viva la memoria per non dimenticare. Domenica 2 agosto l’amministrazione comunale di Fucecchio ha presenziato alla commemorazione di due terribili fatti della nostra storia recente come la strage di Bologna e quella di Panzalla, cui hanno preso parte rispettivamente gli assessori Valentina Russoniello e Fabio Gargani.

Il 2 agosto 1980, alle 10,25, lo scoppio di una bomba alla stazione ferroviaria di Bologna provocò la morte di 85 civili durante quello che è stato ritenuto il più grave atto terroristico avvenuto nel nostro paese nel secondo dopoguerra.

Il 2 agosto del 1944, a Greve in Chianti, precisamente a Panzalla, i coniugi Pietro Stefanini e Dina Boncristiani, quest’ultima fucecchiese, furono trucidati dalle truppe nazifasciste per aver combattuto in nome della libertà e della democrazia. Due tragici episodi del secolo scorso di cui, oggi più che mai, è doveroso tenere viva la memoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.