Infissi, pavimenti e spazi esterni, come cambiano le scuole a Castelfranco di Sotto

"Dopo i primi sopralluoghi, ci siamo resi conto che le aule e gli spazi erano adeguati. Ci siamo concentrati sugli spazi esterni"

Per ogni plesso scolastico di Castelfranco di Sotto sono state fatte valutazioni riguardanti la capienza delle aule e, per fortuna, la maggior parte è risultata idonea, quindi si procederà con la disposizione dei banchi singoli già in uso con una particolare attenzione al rispetto del distanziamento previsto.

Nel mese di agosto saranno realizzati nuovi accessi, sistemati infissi, pavimenti e spazi esterni in tutti i plessi scolastici di Castelfranco in vista della riapertura della scuola fissata dalla Regione Toscana per il 14 settembre (qui). Il Comune, anche grazie a un recente finanziamento (qui), è a lavoro per garantire che il ritorno sui banchi di bambini e ragazzi nei plessi scolastici comunali sia quanto più sicuro, nel rispetto delle Linee guida indicate dal Ministero dell’Istruzione.

La pianificazione dei lavori è stata il frutto di un percorso partecipato con l’istituto comprensivo, fatto di numerose riunioni tra l’amministrazione comunale, la dirigente scolastica Maria Elena Colombai e gli uffici comunali. Nel corso degli incontri sono stati individuati come necessari principalmente: lavori di manutenzione straordinaria, sistemazione degli spazi esterni per permettere – per quanto possibile – lo svolgimento della didattica anche all’esterno e infine adeguamenti degli spazi interni e riqualificazione dei servizi.

Nella scuola dell’infanzia di piazza Garibaldi sarà eseguito il ripristino di una parte dei marciapiedi e una riqualificazione dello spazio esterno, in modo da poter garantire la massima sicurezza nel momento dell’ingresso e dell’uscita dei bambini. Tra questi interventi è inclusa la realizzazione di nuovi elementi di protezione ai percorsi di accesso alla scuola, come la nuova tettoia, oltre al rifacimento della pavimentazione all’ingresso dell’edificio.

Alla scuola primaria di via Magenta si procederà con interventi di adeguamento e riqualificazione dello spazio esterno per permetterne sia la fruizione che l’attraversamento in sicurezza, agevolando ove possibile l’ingresso diretto alle aule del piano terra. Si aggiunge poi il rifacimento della pavimentazione e l’adeguamento di un’aula. Contestualemte a questi interventi, in una fase successiva, è previsto il rifacimento della dorsale dell’impianto idrico con risorse del Comune.

Il plesso della scuola secondaria di primo grado Leonardo da Vinci di piazza Mazzini vedrà la creazione di un nuovo accesso, prevedendo la riqualificazione di parte dei marciapiedi esterni e il rifacimento della rampa di accesso all’edificio.

Nel plesso di Orentano che ospita sia la scuola primaria che la secondaria, è prevista la realizzazione di tre ingressi, con relativa sistemazione dei marciapiedi e ripresa degli intonaci esterni. Nella scuola dell’infanzia di Villa Campanile sarà fatta esclusivamente una manutenzione dell’esterno.

Altro percorso è stato fatto per il nido comunale “Il Bruco”, anch’esso oggetto di interventi di manutenzione soprattutto degli spazi esterni, che alla ripresa di settembre vedrà una suddivisione esterna degli spazi per permettere la fruizione del giardino in gruppi classe, oltre ad altri interventi di manutenzione all’ingresso della struttura. In tutte le scuole poi procederemo con una manutenzione straordinaria agli infissi.

“È un mese di agosto – per il sindaco Gabriele Toti – del tutto particolare e non poteva essere altrimenti. Stiamo lavorando anima e corpo sulla scuola. Sono giorni di sopralluoghi, incontri tecnici e lavori in tutti gli edifici scolastici. Gli interventi continueranno per tutto il mese. Anche nei prossimi giorni si procederà con i lavori in modo da arrivare pronti all’inizio della scuola di settembre.

In questa emergenza sanitaria che ha travolto il nostro Paese, la scuola è stata purtroppo spesso percepita come dimenticata. Dobbiamo quindi porre il massimo impegno perché i bambini possano tornare a imparare, giocare, condividere esperienze, crescere insieme”.

“C’è un lavoro senza sosta –  aggiunge l’assessore alla scuola Ilaria Duranti – per riuscire ad adeguare gli spazi a disposizione degli edifici scolastici alle esigenze dettate da questo momento di emergenza. E stiamo mettendo una cura scrupolosa nel trovare le soluzioni migliori, caso per caso. Oltre agli interventi sulle strutture, è in corso un lavoro di studio sulla viabilità e di adeguamento dei servizi di trasporto, in modo da permettere ai bambini un rientro a scuola in completa sicurezza. Dopo i primi sopralluoghi, ci siamo resi conto che le aule e gli spazi delle nostre scuole erano nella maggior parte dei casi idonei e adeguati per la ripresa, per questo ci siamo concentrati sugli spazi esterni, così da permetterne una miglior fruizione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.