Quantcast

“Distretto chiuso per covid”, i sindaci: “Iniziativa dei medici, non c’è nessun focolaio”

Attività regolari da lunedì, ma su appuntamento

Un cartello appeso all’esterno del distretto sanitario di Galleno ne annunciava la chiusura a causa di un focolaio di covid 19. Ma il distretto è regolarmente aperto e il cartello è stato rimosso dalla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa.

“L’affissione di quel cartello – spiega il sindaco di Fucecchio e presidente della Società della salute Alessio Spinelli – è stata un’iniziativa di un gruppo di medici di famiglia che ritengo sbagliata e pericolosa. A Galleno non c’è alcun focolaio di Covid. Parlare di focolaio è fuorviante e ha creato un’ingiustificata preoccupazione nella popolazione”.

“Alcuni dei medici che fanno ambulatorio al distretto sanitario – aggiunge Gabriele Toti, primo cittadino di Castelfranco di Sotto – hanno deciso in maniera indipendente di cambiare le modalità di ricevimento, tornando a visitare su appuntamento. È una loro libera scelta ma questo non implica assolutamente la chiusura del distretto sanitario di Galleno. Le normali attività del distretto proseguiranno regolarmente già a partire da lunedì prossimo. Sarà in funzione come sempre il Punto prelievi, così come l’assistenza domiciliare e le medicazioni da parte del personale infermieristico”.

Cambia quindi soltanto il sistema di ricevimento, che dal 31 agosto diventa su appuntamento, dei medici Claudio Colombini, Luca Moretti, Maria Cristina Mariotti, Goliardo Paroli, Gianmarco Nieri. Gli appuntamenti possono essere fissati chiamando direttamente i propri medici di base.

“Il cartello di chiusura – per i sindaci – è un’iniziativa personale di alcuni medici. Asl e SdS non erano informate della decisione. Il distretto è aperto, non c’è alcun focolaio Covid”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.