“Ci saranno molti disagi, non incolpiamo gli autisti”, l’appello dei sindacati

Gli autisti chiedono comprensione per quelli che saranno i disagi connessi al rientro degli alunni a scuola

“Non incolpiamo gli autisti per i disagi cui si andrà incontro. I veri responsabili sono altri, quindi per quanto ci riguarda, riteniamo doveroso mettere le mani avanti”. Lo chiedono le segreterie provinciali di Pisa Filt Cgil, Fit Cisl, Ult Uil, Faisa CisalPer.

Gli autisti chiedono comprensione per quelli che saranno i disagi connessi al rientro degli alunni a scuola. “Le scuole – spiegano i sindacati – riapriranno a breve e già al livello nazionale e regionale le organizzazioni sindacali hanno espresso contrarietà e preoccupazione per quella che sarà l’organizzazione del servizio di trasporto scolastico conseguente ai vari Dpcm.

Non vogliamo quindi entrare in questo tipo di diatriba, quello che ci preme portare all’attenzione dell’opinione pubblica è il fatto che sicuramente ci saranno molti disagi, dovuti a fattori connessi alle direttive emanate dal governo centrale e regionale. Tanto per fare alcuni esempi ragazzi lasciati a piedi (terra) causa saturazione della capienza dei bus o ritardi dovuti a difficoltà nell’incarrozzamento dei passeggeri, causate dalle capienze ridotte dei bus.

Come difficoltà nel far rispettare le regole a bordo. Il tutto andrebbe poi a sommarsi a quelle che sono le difficoltà fisiologiche del trasporto pubblico su gomma”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.