Resistenza in fabbrica, il dibattito al Botteghino dopo la sospensione della tessera Cgil a 4 delegati Fiom

“Motivi sconcertanti: si pone un problema di democrazia”

La sospensione per 10 mesi della tessera sindacale di quattro delegati Fiom della Piaggio decisa dalla Cgil ha lasciato di stucco in tanti. Per discutere del tema della rappresentanza sul posto di lavoro alla Piaggio e nelle altre fabbriche il circolo Arci Il Botteghino organizza per domani (12 settembre) una serata in cui interverranno i delegati sospesi: Antonella Bellagamba, Massimo Cappellini, Giorgio Guezze e Adriana Tecce.

Una decisione mossa da “motivazioni sconcertanti” e per questo un centinaio di iscritti Fiom hanno lasciato la tessera. “L’attacco della Cgil a delegati che si sono distinti negli anni – sostengono – per essere stati sempre alla testa di tutte le lotte dei lavoratori in difesa dei propri diritti e dei propri interessi pone un problema, non solo di democrazia, ma anche di direzione, sia sul territorio che nazionale, della linea sindacale di un’organizzazione, come la Cgil, che è stata storicamente il sindacato dei militanti più attivi e determinati sui posti di lavoro e il principale riferimento della maggioranza dei lavoratori in Italia”.

Dopo il dibattito cena con obbligo di prenotazione scrivendo al 3389401859, musica con i canti popolari di Francesca Cangemi e Lalice dj set.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.