Querce, dalla Collodi Fucecchio inaugura il nuovo anno scolastico fotogallery video

Oltre alla scuola rinnovata

Non sono entrati in classe, ma per gli studenti e le famiglie della Carlo Collodi, la scuola è iniziata un po’ prima. Lunedì 14, come nel resto della Toscana, suonerà anche per loro la prima campanella ma intanto oggi 12 settembre si sono ritrovati per festeggiare il rinnovato edificio nella frazione di Querce di Fucecchio.

Inaugurazione della rinnovata scuola Collodi a Querce di Fucecchio, 12 settembre 2020

“Gli investimenti nella scuola – per il sindaco Alessio Spinelli – e nella cultura sono quelli che portano avanti il benessere della città, di una nazione intera. Su tutto il territorio di Fucecchio ci sono 13 scuole e questo taglio del nastro rappresenta non solo la rinnovata scuola di Querce, ma anche il nuovo inizio del nuovo anno scolastico” fatto, come si auspica l’amministrazione comunale, di presenza nelle strutture, di sicurezza e di impegno, da parte di tutti, per garantire un’ordinata e sicura permanenza nelle scuole.

L’intervento che si è tenuto nella scuola Carlo Collodi ha riguardato la messa in sicurezza della struttura, resa più confortevole e senza più i problemi strutturali presenti. Oltre al miglioramento sismico, una sicurezza minima garantita per legge, con il rifacimento completo del soffitto sotto copertura. I lavori, come sottolinea il progettista dei lavori, l’ingegnere Stefano Torre, sono stati semplici nella loro concezione, ma difficili da eseguire nei tempi.

Infatti, l’intervento di ristrutturazione è iniziato a giugno di quest’anno e si è concluso nei giorni scorsi, in tempo per la riapertura in totale sicurezza della scuola, al suono della prima campanella lunedì 14 settembre.
I lavori hanno avuto un costo complessivo di 140mila euro, metà finanziati dal Comune di Fucecchio, nonostante questo intervento non fosse stato approvato da tutto il consiglio comunale e l’altra metà finanziati dal contributo congiunto di Fondazione della Cassa di Risparmio di San Miniato e Crédit Agricole Italia.

“Ascoltiamo e viviamo il territorio – hanno detto il responsabile della Direzione regione Toscana Crèdit Agricole Massimo Cerbai e Antonio Guicciardini Salini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato – e siamo orgogliosi di aver contribuito a questi lavori per questi ragazzi, che sono il nostro futuro. La riapertura delle scuole è un momento fondamentale perché è a tutti gli effetti la vera ripartenza di tutto il sistema“.

L’occasione è stata per augurare un buon rientro e una buona scuola a tutti, da parte della direzione didattica di Fucecchio e dalla dirigente Maria Elena Colombai e da parte delle istituzioni comunali presenti, che, insieme alle famiglie, hanno tagliato il nastro, cantato l’Inno di Mameli, fatto volare i palloncini tricolore e assistito alla benedizione congiunta di don Anthony Padassery e don Ferdinando Santonocito.

Presenti all’inaugurazione anche Paola Pollina dirigente del settore lavori pubblici del Comune, Gabriele Manetti progettista e direttore dei lavori dell’intervento complessivo, Chiara Bilancieri collaudatrice delle strutture, Massimo Bernardini titolare dell’impresa che ha realizzato i lavori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.